RASSEGNA STAMPA 20 luglio 2017

COMPLOTTO ARABO Mohammed bin Nayef, 57 anni, ex ministro dell’Interno dell’Arabia Saudita ed ex principe ereditario, sarebbe stato scalzato dal suo ruolo per essere sostituito dal cugino più giovane, Mohammed bin Salman, 31 anni. Il “cambio” era stato annunciato dalla corte saudita lo scorso 21 giugno (Cnn): la notte precedente bin Nayaf sarebbe stato tenuto in ostaggio nel palazzo reale della Mecca per convincerlo a rinunciare al trono (Nyt). Riyad nega, definendo la ricostruzione “infondata” (Reuters).

Tutte scuse? Ufficialmente la rinuncia di bin Nayaf è stata motivata una dipendenza da farmaci antidolorifici oppiacei che ne “offuscherebbero le capacità decisionali”. Ma si tratterebbe di un pretesto usato dal re Salman per spostare la discendenza dal nipote al figlio, che potrebbe diventare re già a settembre (Reuters).

Il nuovo erede Mohammed bin Salman ha buoni rapporti con l’amministrazione Trump, è un sostenitore della sanguinosa guerra in Yemen e sarebbe anche uno dei promotori dell’embargo contro il Qatar. I suoi detrattori lo definiscono, però, incauto e assetato di potere. Ha anche fama di essere un innovatore, piace ai giovani ed è il responsabile del piano di riforme sociali ed economiche Vision2030 (Formiche).

Strategie Dietro alla vicenda, scrive Reaction, ci sarebbero storici conflitti con la parte più conservatrice dello Stato e la necessità di riforme, economiche e sociali, del Paese.

Vicini scomodi La coalizione, guidata dall’Arabia Saudita, sembra intanto aver rinunciato all’ultimatum di 13 punti posto al Qatar e chiederebbe invece al Paese di aderire almeno a sei “principi” generali, tra cui l’impegno a combattere terrorismo ed estremismo (Bbc).

FRONTE SIRIANO L’amministrazione Trump ha deciso di interrompere la fornitura di armi e addestramento, gestita dalla Cia, ai ribelli siriani che si oppongono al governo di Bashar al-Assad. Una mossa da tempo richiesta da Mosca e che rappresenta un cambio di rotta rispetto alle scelte di Barack Obama (Washington Post).

Vendetta turca L’agenzia di stampa Anadolu ha pubblicato l’ubicazione di dieci basi segrete Usa nel nord della Siria che fornirebbero supporto alle milizie curde dell’YPG, considerate nemiche da Ankara. La notizia potrebbe creare serie frizioni con Washington e la Nato (Newsweek).

TENSIONE A GERUSALEMME Il capo della polizia ha ordinato la chiusura dell’accesso alla Spianata delle Moschee riservato agli ebrei e ai turisti (SecoloXIX). Restano invece aperti i varchi per i musulmani, sorvegliati ora da metal detector, la cui installazione dopo l’attentato di venerdì scorso ha provocato tre giorni di scontri (Il Post). La tensione potrebbe crescere venerdì, giorno in cui il Gran Muftì Muhammad Hussein ha lanciato un appello ai fedeli a radunarsi agli accessi della Spianata per la preghiera (AlJazeera).

I TAGLI DI MACRON Il capo di stato maggiore francese Pierre de Villiers, che la scorsa settimana aveva avuto uno scambio polemico con il presidente Emmanuel Macron sulla riduzione di 850 milioni di euro nel budget della Difesa, si è dimesso affermando di non poter garantire la sicurezza del Paese senza fondi (Repubblica). Al suo posto è stato nominato François Lecointre (Le Monde).

Stop Tav Il governo francese ha deciso di “prendere una pausa di riflessione” sulla costruzione della linea ad alta velocità Torino-Lione, i cui costi supererebbero di dieci miliardi i ricavi previsti (Corriere).

Assenza forzata L’80enne senatore repubblicano ed ex candidato alla presidenza Usa John McCain, uno dei più fermi oppositori di Trump interni al suo stesso partito, ha una grave forma di tumore al cervello (Washington Post).

BACK TO ITALY Il ministro degli Affari Regionali Enrico Costa si è dimesso dopo lo stop allo ius soli, che aveva definito “una forzatura inaccettabile”, e aver palesato l’intenzione di riavvicinarsi a Silvio Berlusconi per ricostruire il centrodestra (La Stampa). Il premier Paolo Gentiloni lo sostituisce ad interim, ma il Parlamento è già tutto proiettato verso la campagna elettorale, con il Pd che potrebbe rivolgersi al Quirinale per evitare l’esercizio provvisorio di bilancio.

Visti da Washington Il Fmi, in vista dell’approvazione del Rapporto sull’Italia, prevede per il nostro Paese una crescita dell’1,3% nel 2017 e un surplus strutturale di bilancio nel medio termine pari allo 0,5% del Pil. A penalizzarci sono il costo del lavoro nel settore privato e l’inefficienza della pubblica amministrazione (Corriere).

Buen retiro L’Inps paga oltre un miliardo di euro di pensioni a italiani che vivono all’estero. Un’anomalia che riduce gli oneri del welfare degli altri Paesi (Huffington Post).

No allo spezzatino Il ministro dei Trasporti Graziano Delrio, in audizione alla Camera, ha detto che Alitalia deve essere venduta “in blocco” e che, se non ci fossero offerte che mantengono l’integrità della compagnia, “il Governo ha delle alternative”, tra cui “piccole quote di partecipazione pubbliche” (Repubblica).

Telefoni sotto inchiesta La Guardia di Finanza, su mandato della Consob, ha eseguito ispezioni nelle sedi di Telecom a Roma e Milano. L’obiettivo è fare chiarezza sulle voci dei dissidi tra l’ad Flavio Cattaneo e Vivendi, che possiede il 23,9% del capitale sociale, per chiarire se vi sia un controllo di fatto da parte dei francesi (Sole 24 Ore).

MONDO MAFIOSO
Riina, remember? Il tribunale di sorveglianza di Bologna ha respinto la richiesta di differimento della pena o arresti domiciliari per il boss detenuto in regime di 41bis all’ospedale di Parma. Intanto i carabinieri hanno sequestrato alla famiglia di Riina beni per un valore di 1,5 milioni (La Stampa).

Borsellino, 25 anni dopo “Troppi errori e incertezze hanno accompagnato il cammino nella ricerca della verità sulla strage” ha affermato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella durante la commemorazione al Csm del magistrato ucciso a Palermo nel 1992 (Corriere).

MONDO REALE
Business sisma 
Un imprenditore di Altamura (Bari) è stato intercettato nell’ambito delle indagini della procura dell’Aquila su presunte tangenti per la ricostruzione post terremoto di Amatrice, mentre “rideva” pensando alle future commesse (La Stampa).

Riscrivere la preistoria Scoperte archeologiche (tra cui i più antichi pastelli d’ocra mai usati dall’uomo per scopi artistici) hanno spostato indietro a 80 mila anni fa l’arrivo degli aborigeni in Australia (Guardian)

MEDIA & TECH
La qualità si paga La Bbc ha pubblicato il report annuale con i compensi alle star: in 96 guadagnano più della premier Theresa May. Per il direttore generale dell’emittente Tony Hall, “se vogliamo dare al pubblico ciò che desidera, dobbiamo pagare”.

Censura cinese Pechino ha bloccato l’invio di foto, video e registrazioni vocali tramite WhatsApp. Ancora attivo l’invio di semplici messaggi di testo (Guardian).

SPORT
Tour de France Lo sloveno Primoz Roglic vince il primo tappone alpino. In difficoltà, Fabio Aru che perde 35 secondi e scende al quarto posto nella classifica generale (Sky Sport).

Settebello show Finisce pari 9-9 la combattuta sfida Italia-Ungheria nella seconda giornata del mondiale maschile di pallanuoto. Domani alle 21.30 Italia-Australia chiuderà la prima fase (Gazzetta).

OGGI
Riunioni del consiglio direttivo della Bce e della Bank of Japan;
Incontro sull’Ilva al ministero dello Sviluppo Economico;
Trimestrale di Microsoft;
Roma, sentenza del processo Mafia Capitale.

Prime: 

Corriere: Gentiloni perde un ministro
Repubblica: Il governo ora perde un pezzo ma non scatta la corsa a destra
La Stampa: Costa se ne va, la maggioranza perde i pezzi
Il Sole 24 Ore: Sud: industria e start-up trainano la (lenta) risalita
Il Messaggero: Fuga a destra, strappo nel governo
Il Fatto Quotidiano: Lotti non è sereno: “Peggio di così c’è solo il mio arresto”
Il Giornale: Svolta a destra
Libero: Soldi a chi viene pensioni a chi va
Avvenire: La mafia si batte
Il Manifesto: La rabbia saudita
Il Foglio: Il potere che manca all’Italia
Ft.com: US tech sector surges past its dotcom era peak

—————————————————————————————————————————

Pd: Cuperlo, visto Pisapia per unire non per tramare scissione =  (AGI) – Roma, 20 lug. – Quello con Giuliano Pisapia “e’ stato un incontro prezioso con un gruppo di parlamentari pd. Non le prove tecniche di una nuova scissione, ma la volonta’ di rilanciare quel centrosinistra largo e civico che resta l’unica chance se non vogliamo consegnare il Paese alla destra. Per arrivarci conteranno una legge elettorale che garantisca governabilita’ e un cantiere comune sul programma. E’ difficile, ma non c’e’ un’alternativa vincente”. Lo afferma Gianni Cuperlo, intervistato dal ‘Corriere della sera’. Secondo Cuperlo, con la futura formazione di Pisapia e Speranza il Pd deve avere “un rapporto di attenzione e rispetto. Invece sento toni sbagliati da entrambe le parti ma continuo a pensare che l’avversario stia in una destra aggressiva e pericolosa”. Inoltre, i dem devono guardare a Mdp: “E’ la ragione che deve spingere li’ – dice Cuperlo – a meno di credere davvero che il Pd possa sfondare da solo il muro del 40 per cento. Non rimuovo ferite e cicatrici, ma una classe dirigente e’ quella che sa mettere il bene comune davanti al resto”. Cuperlo e’ critico con il segretario Matteo Renzi: “All’inizio per molti era una speranza vera. Poi ha diviso il nostro mondo sociale e politico e questo errore pesa come un masso sulla ricostruzione di un legame sereno coi sentimenti di una parte del Paese”.

MINISTRO AFFARI REGIONALI ENRICO COSTA LASCIA GOVERNO TORNA A CENTRODESTRA. RENZI, NON CAMBIA NIENTE, VOTO IN 2018 Il ministro degli Affari Regionali Enrico Costa lascia il governo per tornare al centrodestra di Silvio Berlusconi. Gli occhi sono puntati ora sulla tenuta del governo. ”Non cambia niente, si vota a fine legislatura”, scommette Matteo Renzi. E il premier Paolo Gentiloni, che per ora assume l’interim agli Affari regionali, si fa garante di quella ”stabilita” che serve per ”agganciare la crescita dell’Eurozona”. La telefonata di Costa con l’annuncio delle dimissioni arriva a Gentiloni in mattinata, dopo che martedi’ sera il premier aveva rich iamato Angelino Alfano alle responsabilita’ di Ap nella maggioranza. Due passaggi che, notano fonti governative, rendono il quadro piu’ chiaro e rafforzano il governo.

NUOVA INCHIESTA GIUDIZIARIA SU RICOSTRUZIONE L’AQUILA 10 PERSONE A DOMICILIARI, CINQUE INTERDETTI, 20 INDAGATI Mazzette e incarichi a parenti e amici per aggiudicarsi appalti pubblici nella ricostruzione dell’Aquila: a oltre otto anni dal terremoto che causo’ distruzione, 309 morti e circa 1.500 feriti, una nuova inchiesta giudiziaria scuote quello che e’ considerato il cantiere piu’ grande d’Europa. Nei guai 35 persone, coinvolti funzionari infedeli, anche di vertice, dei beni culturali abruzzesi con sede nel capoluogo di regione, imprenditori e professionisti: 10 sono finiti agli arresti domiciliari, a cinque e’ stata notificata l’interdizione dall’esercizio dell’attivita’ professionale, altri 20 sono indagati. Intanto anche il terremoto del Centro Italia del 2016, come quello dell’Aquila 7 anni prima, fa registrare un imprenditore che ride: si tratta di Vito Giuseppe Giustino, 65enne di Altamura (Bari), presidente del Cda della societa’ cooperativa l’Internazionale, intercettato nella nuova inchiesta della procura dell’Aquila. Nell’ordinanza il Gip scrive: ‘Ride. L’uomo, ai domiciliari, annuisce e ride parlando delle future commesse, in particolare ad Amatrice.

STRAGE VIA D’AMELIO, FIGLIE BORSELLINO VOGLIONO GIUSTIZIA 25/O ANNIVERSARIO. MATTARELLA, IN INDAGINI TROPPO ERRORI Venticinque anni ”buttati”, senza arrivare alla verita’, anzi pieni di ”schifezze e menzogne”. Nel giorno dell’anniversario della strage di via D’Amelio in cui persero la vita Paolo Borsellino e cinque uomini della sua scorta, le figlie del magistrato ucciso reclamano giustizia, denunciando i depistaggi e le gravi anomalie che si sono verificate nelle indagini e chiedendo che si faccia finalmente luce su quel che e’ realmente accaduto e su comportamenti ascrivibili a uomini delle istituzioni. Nette anche le parole che pronuncia il capo dello Stato alla commemorazione di Borsellino al Csm, cui partecipa anche una delle figlie del magistrato, Lucia: nelle indagini sulla strage ci sono stati ””troppi errori” e restano ancora aperti ”tanti interrogativi” sulla strada della verita’.

TEGOLA PER MACRON, SI DIMETTE CAPO STATO MAGGIORE ESERCITO IL GENERALE PIERRE DE VILLIERS. CRITICO VERSO TAGLI A DIFESA Prima tegola per il presidente Macron dopo appena due mesi dall’inizio del suo mandato. In seguito a un braccio di ferro durato una settimana, il capo di Stato maggiore dell’esercito, il generale Pierre de Villiers, martedi’ mattina ha presentato le sue dimissioni al capo dell’Eliseo. Un fatto inedito nella storia della Quinta Repubblica, destinato a marcare l’inizio di questo nuovo governo. Alla base del gesto una polemica scoppiata lo scorso 12 luglio, quando de Villiers ha criticato apertamente l’esecutivo per l’annuncio sui tagli da 850 milioni di euro al budget della difesa nel 2017.

CHARLIE: DISPUTA INTERNAZIONALE SU BIMBO INGLESE DI 11 MESI CONGRESSO AMERICANO CONCEDE ‘RESIDENZA PERMANENTE’ PER CURE Assume sempre piu’ il carattere di una disputa internazionale il destino di Charlie Gard, il bimbo inglese di 11 mesi affetto da una rara sindrome mitocondriale degenerativa per la quale i medici del Great Ormond Hospital di Londra vedono come unica soluzione ”una morte dignitosa”. Ieri e’ sceso in campo anche il Congresso americano, che con uno speciale emendamento gli ha concesso la ”residenza permanente” negli Usa, nella speranza che si possa cosi’ bypassare la giustizia britannica per trasportarlo negli Stati Uniti e fargli avere ”le cure mediche di cui ha bisogno”. Fonti legali hanno lineato che Charlie e’ sottoposto ad una decisione dell’Alta Corte britannica e quindi la mossa del Congresso non fa alcuna differenza.

ITALIA STA DIVENTANDO FANALINO DI CODA UE PER MORBILLO FINITO IN SENATO ESAME DECRETO VACCINI, FORSE APPROVATO OGGI In Italia e’ ”allarme rosso” per il morbillo, con il nostro Paese che sta diventando ”fanalino di coda in Ue”, e ”non bastera’ il decreto sull’obbligatorieta’ dei vaccini per risolvere il problema”. E’ perentorio il giudizio di Flavia Bustreo, Assistente Direttore dell’Organizzazione mondiale della sanita’ (Oms), il cui richiamo giunge proprio nella giornata in cui si e’ concluso in Senato l’esame degli emendamenti al decreto legge sui vaccini, la cui approvazione dovrebbe avvenire oggi. E’ passato fra l’altro l’emendamento che prevede la possibilita’ di prenotare i vaccini nelle farmacie.

Governo: Costa, dimesso perche’ in centrodestra fatti nuovi = (AGI) – Roma, 20 lug. – “Sullo ius soli Gentiloni ha dimostrato molta sensibilita’ per le mie posizioni. Me ne sono andato perche’ sono successi fatti nuovi nel centrodestra. E non potevo piu’ tenere i piedi in due scarpe”. Lo dice l’ex ministro degli Affari regionali, Enrico Costa, intervistato dal ‘Corriere della Sera’. “Ho parlato e mi sono confrontato con Berlusconi. C’e’ un fatto nuovo, la possibilita’ di riuscire a ricompattare il centrodestra attorno alle ricette liberali”, aggiunge Costa, che quanto al suo atteggiamento in Parlamento chiarisce: “Ora sono un deputato semplice. Valutero’ provvedimento per provvedimento”. Intanto, Costa punta a contribuire all’unita’ del centrodestra: “Lavoro per ricompattare quell’area, inutile negarlo. Il centro funziona solo se aggregato ad altre forze. Da solo, di questi tempi, sparisce”. Quanto a una grande coalizione tra Renzi e Berlusconi, “ho lavorato con entrambi – afferma Costa – e posso testimoniare che con loro si lavora benissimo. Vede, a volte i confini delle appartenenze dividono delle persone che sono fatte per stare dalla stessa parte. Vale anche per Renzi e Berlusconi”.

Ilva: da oggi al Mise si tratta su occupazione e piano = (AGI) – Taranto 20 lug. – Si avvia al Mise stamattina alle 10 la trattativa sindacale sul piano industriale e su quello occupazionale del gruppo Ilva (14.200 addetti) dopo la cessione, da parte dell’amministrazione straordinaria, alla nuova societa’ Am Investco Italy formata dalla multinazionale, leader nel mercato siderurgico, Arcelor Mittal e dall’italiana Marcegaglia. Am Investco Italy che a giugno ha vinto la gara lanciata dai commissari Ilva superando il concorrente Acciaitalia, cordata con Jindal e Cassa Depositi e Prestiti nel ruolo di protagonisti. Dopo un primo incontro informale di alcune settimane fa, quello di oggi dei sindacati con Am Investco Italy segna di fatto l’apertura della trattativa. Questa entro fine settembre dovra’ chiudersi con un accordo perche’ l’intesa con i sindacati e’ stata posta dal governo come condizione vincolante per dare esecutivita’ alla cessione. Quattro sono i passaggi preliminari che Am Investco Italy deve affrontare prima di subentrare – inizialmente con un contratto di fitto di 180 milioni di euro l’anno, da versarsi in quote trimestrali – alla gestione sinora effettuata dai commissari Gnudi, Carrubba e Laghi. Due passaggi sono stati esperiti gia’: la firma del contratto definitivo con l’amministrazione straordinaria e la presentazione, lo scorso 5 luglio, dell’istanza di modifica dell’Aia Ilva a seguito della presentazione del nuovo piano ambientale, che poi, una volta esaurita tutta la procedura, dovra’ essere ufficializzato con un Dpcm. Il terzo passaggio e’ ora l’avvio della trattativa con i sindacati e il quarto e ultimo sara’ il via libera dell’Antitrust europeo all’acquisizione dell’Ilva da parte di Arcelor Mittal. L’organo europeo, in pratica, dovra’ dire se Arcelor Mittal, acquisendo l’Ilva, crea o meno una posizione lesiva della concorrenza nel mercato europeo dell’acciaio.

Ilva: da oggi al Mise si tratta su occupazione e piano (2)=  (AGI) – Taranto, 20 lug. – All’incontro di oggi al Mise, i sindacati si sono preparati con varie richieste. Fim, Fiom e Uilm, per esempio, chiedono che non siano sacrificati i posti di lavoro, che si accelerino le opere di bonifica ambientale a partire dalla copertura dei parchi minerali, e che a rivista la parte degli investimenti industriali, ritenuta carente per quanto riguarda i tubifici. Usb, invece, contesta il fatto che parte dei lavoratori di Ilva saranno riassorbiti da Am Investco Italy e parte, invece, restera’ in carico all’amministrazione straordinaria per essere impiegata nelle bonifiche che i commissari effettueranno col miliardo e 100 milioni fatto rientrare dai Riva, ex proprietari Ilva, con una transazione divenuta effettiva a fine maggio. Arcelor Mittal, anche su invito del governo, ha gia’ modificato la sua offerta occupazionale iniziale portandola a 10mila addetti gia’ dal prossimo anno. Il governo, inoltre, piu’ volte in queste settimane ha garantito che tra reinserimento nella nuova Ilva, altre attivita’ e ammortizzatori sociali nessun lavoratore dei 14.200 del gruppo Ilva rimarra’ senza protezione. E se Arcelor Mittal riassorbira’ almeno 10mila addetti, la cassa integrazione gia’ autorizzata ad Ilva per 4mila unita’, permette di coprire, dicono commissari e governo, le altre necessita’, ribadendo cosi’ che non vi saranno licenziamenti. I sindacati, tuttavia, pur prendendo atto delle assicurazioni, intendono strappare altri risultati: piu’ occupazione diretta, piu’ investimenti industriali, avanzamento significativo e in tempi piu’ brevi rispetto a quelli di piano dei lavori ambientali. Anche per questo ieri, vigilia del negoziato, a Taranto ci si sono stati nuovi scioperi nel siderurgico dopo quello di quattro ore dell’1 giugno. Per otto ore, tra primo e secondo turno di ieri, hanno scioperato Fim, Fiom e Uilm, per 32 ore, a partire dalle 23 di ieri con conclusione alle 7 di domani, sta invece scioperando l’Usb che in questa circostanza si e’ dissociato dalle altre sigle sindacali metalmeccaniche. E l’Usb, infine, terra’ stamattina davanti al Mise un presidio di protesta contestualmente all’incontro.

Prime pagine + stampa estera 20.7.2017

Corriere della Sera pag.1 · 20-07-2017
IL SOLLIEVO DI PALAZZO CHIGI (F.Verderami)
[Apri PDF]   [solo testo]

Corriere della Sera pag.5 · 20-07-2017
“GOVERNI IL CAPO DEL PRIMO PARTITO CONTA IL PROGRAMMA, POI LE ALLEANZE” (M.Giannattasio)
[Apri PDF]   [solo testo]

Corriere della Sera pag.6 · 20-07-2017
BLITZ DI PISAPIA A ROMA, MA PREVALGONO I VETI (M.Meli)
[Apri PDF]   [solo testo]

Corriere della Sera pag.6 · 20-07-2017
Int. a G.Cuperlo: “IL MIO INCONTRO CON GIULIANO? N ON E’ PER UNA NUOVA SCISSIONE SERVE STARE UNITI O PERDEREMO (A.Trocino)
[Apri PDF]   [solo testo]

Corriere della Sera pag.33 · 20-07-2017
ALITALIA, DELRIO: NO ALLO SPEZZATINO L’IPOTESI DI PICCOLE QUOTE PUBBLICHE (F.Savelli)
[Apri PDF]   [solo testo]

la Repubblica pag.1 · 20-07-2017
“UN PROGETTO GENEROSO PER SALVARE L’APPENNINO” (E.Letta)
[Apri PDF]   [solo testo]

la Repubblica pag.1 · 20-07-2017
IL GOVERNO ORA PERDE UN PEZZO MA NON SCATTA LA CORSA A DESTRA (C.Lopapa)
[Apri PDF]   [solo testo]

la Repubblica pag.6 · 20-07-2017
PISAPIA TENTA I DEM RIBELLI ORA SPUNTA L’IPOTESI DI UNA DOPPIA TESSERA (G.Casadio)
[Apri PDF]   [solo testo]

la Repubblica pag.7 · 20-07-2017
Int. a P.Civati: “TALENTO E ARROGANZA HA TRADITO IL MANDATO DELLE PRIMARIE 2013” (G.Casadio)
[Apri PDF]   [solo testo]

la Repubblica pag.7 · 20-07-2017
Int. a T.Bellanova: “UN VERO RIFORMISTA E’ ANTIPATICO? NON POTEVA FARE IL LORD” (G.Casadio)
[Apri PDF]   [solo testo]

la Stampa pag.4 · 20-07-2017
CONSIP, RENZI: “MIO PADRE ERA PRONTO A FARE
[Apri PDF]   [solo testo]

il Sole 24 Ore pag.1 · 20-07-2017
A CHI PARLA L’APPELLO DEL PREMIER (L.Palmerini)
[Apri PDF]   [solo testo]

il Sole 24 Ore pag.7 · 20-07-2017
OGGI L’OK AL DECRETO VACCINI: SARANNO PRENOTABILI IN FARMACIA
[Apri PDF]   [solo testo]

Il Fatto Quotidiano pag.1 · 20-07-2017
Int. a P.Bersani: “QUESTIONE MORALE: TROPPI PARENTI PER RENZI&BOSCHI” (E.Boffano/F.D’esposito)
[Apri PDF]   [solo testo]

Il Fatto Quotidiano pag.2/3 · 20-07-2017
IL PAGAMENTO DI RUSSO E LA CHIAVETTA DELL’HOME BANKING DI MAMMA RENZI (M.l.)
[Apri PDF]   [solo testo]

Il Fatto Quotidiano pag.4 · 20-07-2017
IL SEGRETARIO DEM: “COALIZIONE? VEDIAMO LA LEGGE ELETTORALE…”
[Apri PDF]   [solo testo]

il Giornale pag.3 · 20-07-2017
COSTA LASCIA IL GOVERNO VIA AL PARTITO CENTRISTA CHE NASCE CONTRO ALFANO (R.Scafuri)
[Apri PDF]   [solo testo]

il Giornale pag.4 · 20-07-2017
“QUANDO PARLA D’ALEMA CI TOCCHIAMO…” PISAPIA NON SI FIDA DEI VECCHI LEADER (L.Cesaretti)
[Apri PDF]   [solo testo]

il Giornale pag.4 · 20-07-2017
CALA IL GELO TRA RENZI E IL COLLE E GENTILONI E’ SEMPRE PIU’ SALDO (P.Napolitano)
[Apri PDF]   [solo testo]

Libero Quotidiano pag.1 · 20-07-2017
SALVINI NEI SONDAGGI VALE QUANTO RENZI (R.Besana)
[Apri PDF]   [solo testo]

il Foglio pag.I · 20-07-2017
“IL MODELLO MILANO E’ FERMO AL PALO. UN MALE PE I RL ITALIA ” (M.Crippa)
[Apri PDF]   [solo testo]

Panorama pag.18 · 20-07-2017
RENZI LO ATTACCA, VISCO RINGRAZIA (O.Giannino)
[Apri PDF]   [solo testo]

Panorama pag.46/47 · 20-07-2017
MA E’ STATA L’TALIA A FARSI LEGARE LE MANI (P.Romano)
[Apri PDF]   [solo testo]

Panorama pag.56/59 · 20-07-2017
PROVINCE INAFFONDABILI (A.Rossitto)
[Apri PDF]   [solo testo]

Italia Oggi pag.11 · 20-07-2017
PERISCOPIO (P.Siepi)
[Apri PDF]   [solo testo]

il Manifesto pag.3 · 20-07-2017
Int. a M.Guerra: “FAR SLITTARE LO IUS SOLI DANNEGGIA ANCHE LE DONNE IMMIGRATE” (C.Lania)
[Apri PDF]   [solo testo]

il Manifesto pag.8 · 20-07-2017
Int. a M.Raitano: “LA PENSIONE DI GARANZIA E’ L’UOVO DI COLOMBO DEL CONTRIBUTIVO” (A.Sciotto)
[Apri PDF]   [solo testo]

La Notizia (Giornale.it) pag.5 · 20-07-2017
ORLANDO E CUPERLO VEDONO PISAPIA MA NIENTE SCISSIONE
[Apri PDF]   [solo testo]

Sette (Corriere della Sera) pag.34/38 · 20-07-2017
Int. a D.Nardella: “PER LE ELEZIONI VORREI UN PD 4.0 ALLARGATO A DESTRA E A SINISTRA” (V.Zincone)
[Apri PDF]   [solo testo]

Tempi pag.8 · 20-07-2017
LA CASA DOVE DALLA CREAVA LA SUA MUSICA IN VICOLO DEL BUCO (W.Veltroni)
[Apri PDF]   [solo testo]

SCENARIO POLITICO
Corriere della Sera pag.1 · 20-07-2017
COLTELLO LIBERO (M.Gramellini)
[Apri PDF]   [solo testo]

Corriere della Sera pag.1 · 20-07-2017
IL LAVORO AL CENTRO (A PAROLE) (D.Manca)
[Apri PDF]   [solo testo]

Corriere della Sera pag.1 · 20-07-2017
MATTARELLA ACCUSA: ERRORI SU BORSELLINO (V.Piccolillo)
[Apri PDF]   [solo testo]

Corriere della Sera pag.1 · 20-07-2017
RISATE SUL SISMA COME ALL’AQUILA (V.Piccolillo)
[Apri PDF]   [solo testo]

Corriere della Sera pag.2 · 20-07-2017
Int. a E.Costa: NON POTEVO PIU’ TENERE I PIEDI IN DUE SCARPE SILVIO E MATTEO SONO FATTI PER STARE DALLA STES (T.Labate)
[Apri PDF]   [solo testo]

Corriere della Sera pag.4 · 20-07-2017
CASO MILANO PER IL CARROCCIO VIA IL SEGRETARIO ANTI SALVINI
[Apri PDF]   [solo testo]

Corriere della Sera pag.4 · 20-07-2017
CICCIOLINA CONTRO DI MAIO “SI SCUSI O LO QUERELO”
[Apri PDF]   [solo testo]

Corriere della Sera pag.4 · 20-07-2017
Int. a F.Tosi: TOSI: SI’, FARO’ IL CIVICO DI DESTRA. LA LEGA? NON GUIDANO LORO (A.Spadaccino)
[Apri PDF]   [solo testo]

la Repubblica pag.1 · 20-07-2017
IL MONDO, L’UOMO E LA MODERNITA’ DELLA POESIA (E.Scalfari)
[Apri PDF]   [solo testo]

la Repubblica pag.4 · 20-07-2017
Int. a E.Longo: “SELFIE CON MATTEO, MA ORA LO CRITICO TOMARE DA SILVIO? LUI E’ UN GENIO” (C.Vecchio)
[Apri PDF]   [solo testo]

la Stampa pag.1 · 20-07-2017
LA RIVOLTA NASCE DAL RIFIUTO DELL’OCCIDENTE (G.Riotta)
[Apri PDF]   [solo testo]

la Stampa pag.2/3 · 20-07-2017
Int. a E.Costa: L’EX MINISTRO: VOGLIO COSTRUIRE UN PONTE CON IL CENTRODESTRA IL PARTITO DI ALFANO CHIUSO IN (U.Magri)
[Apri PDF]   [solo testo]

la Stampa pag.27 · 20-07-2017
Int. a G.Testa: “VORREI AFFIDARE LE OPERE A UNA SUA FONDAZIONE” (E.Minucci)
[Apri PDF]   [solo testo]

il Messaggero pag.1 · 20-07-2017
Int. a S.Parisi: L’INTERVISTA PARISI: “LEADERSHIP A CHI HA PIU’ VOTI E GUIDA MODERATA” (M.Conti)
[Apri PDF]   [solo testo]

il Messaggero pag.4 · 20-07-2017
Int. a E.Costa: “CITTADINANZA, NON VOTERO’ LA FIDUCIA ADESSO RICOSTRUIRE IL CENTRODESTRA” (S.Menafra)
[Apri PDF]   [solo testo]

il Messaggero pag.7 · 20-07-2017
TROPPI CONTRASTI CON SINISTRA E MDP SLITTA LA “CABINA DI REGIA” DI PISAPIA (N.Bertoloni Meli)
[Apri PDF]   [solo testo]

Il Fatto Quotidiano pag.1 · 20-07-2017
AUTOBOMBA E AUTOSTRAGE (M.Travaglio)
[Apri PDF]   [solo testo]

Il Fatto Quotidiano pag.1 · 20-07-2017
Int. a P.Saunders: “CONTRO GLI ABUSI SOLO VETRINA, CHIESA IN TRINCEA” (S.Provenzani)
[Apri PDF]   [solo testo]

il Giornale pag.2 · 20-07-2017
Int. a L.Cesa: “SILVIO PROMUOVA UN NUOVO SOGGETTO PER RIUNIRE TUTTA LA FAMIGLIA DEL PPE” (F.Angeli)
[Apri PDF]   [solo testo]

il Giornale pag.9 · 20-07-2017
Int. a A.Pennacchi: “A LATINA METTEREI UN CARTELLO “GIA’ LITTORIA”” (Gima)
[Apri PDF]   [solo testo]

Libero Quotidiano pag.1 · 20-07-2017
ADDIO TAGLI ALLA CAMERA TORNANO LE PAGHE D’ORO (F.Bechis)
[Apri PDF]   [solo testo]

Libero Quotidiano pag.1 · 20-07-2017
L’ACCOLTELLATORE DELL’AGENTE FUORI IN DUE GIORNI (G.Veneziani)
[Apri PDF]   [solo testo]

Libero Quotidiano pag.4 · 20-07-2017
“MI CANDIDO A LEADER DEL CENTRODESTRA”
[Apri PDF]   [solo testo]

Libero Quotidiano pag.5 · 20-07-2017
Int. a R.Schifani: “ORA UN NUOVO PARTITO A FIANCO DI FI” (:.Dama)
[Apri PDF]   [solo testo]

il Tempo pag.1 · 20-07-2017
IL MONDO DI MEZZO VA OLTRE LA CORRUZIONE (G.Pignatone*)
[Apri PDF]   [solo testo]

il Tempo pag.7 · 20-07-2017
LO “STORICO” DI BATTISTA SPEDISCE NAPOLEONE NEL LAGER DI AUSCHWITZ (D.Mar.)
[Apri PDF]   [solo testo]

Panorama pag.13 · 20-07-2017
DAVIGO: NESSUN MAGISTRATO IN POLITICA. TRANNE UNO (A.Chirico)
[Apri PDF]   [solo testo]

Panorama pag.28/29 · 20-07-2017
Int. a R.Rappuoli: IL MAGO DEI VACCINI (C.Bellon)
[Apri PDF]   [solo testo]

Il Secolo XIX pag.2/3 · 20-07-2017
Int. a E.Costa: L’EX MINISTRO: VOGLIO COSTRUIRE UN PONTE CON IL CENTRODESTRA ALFANO CHIUSO IN SE STESSO (U.Magri)
[Apri PDF]   [solo testo]

la Gazzetta del Mezzogiorno pag.3 · 20-07-2017
Int. a M.Cassano: L’APPELLO DI CASSANO AL CENTRODESTRA “BASTA RANCORI, SOLO UNITI VINCIAMO” (Rob.calp.)
[Apri PDF]   [solo testo]

La Verita’ pag.1 · 20-07-2017
Int. a G.Quagliariello: “SMOTTAMENTO A SINISTRA IRREVERSIBILE ORA ASPETTIAMO BERLUSCONI” (L.Telese)
[Apri PDF]   [solo testo]

RIFORME ISTITUZIONALI
Panorama pag.54 · 20-07-2017
QUELLE REGIONI UNITE DALLA SPESA (M.Blasoni)
[Apri PDF]   [solo testo]

ECONOMIA
Libero Quotidiano pag.12 · 20-07-2017
CONFINDUSTRIA E SINDACATI SCORDANO I CONTRATTI LEGATI ALLA PRODUTTIVITA’ (:.Bonanni)
[Apri PDF]   [solo testo]

la Gazzetta del Mezzogiorno pag.24 · 20-07-2017
II PRESIDENTE DELLA CONFINDUSTRIA BOCCIA: BASTA CONTENTINI AI GIOVANI LORO COSTITUISCONO IL
[Apri PDF]   [solo testo]

UNIONE EUROPEA
Corriere della Sera pag.26 · 20-07-2017
BILANCIO COMUNITARIO, PAGHEREMO PER LA BREXIT UN MILIARDO ALL’ANNO (F.Fubini)
[Apri PDF]   [solo testo]

Corriere della Sera pag.26 · 20-07-2017
I COSTI E I BENEFICI PER L’ITALIA DELLA POLITICA DI ACCOGLIENZA (R.Sommella)
[Apri PDF]   [solo testo]

il Messaggero pag.21 · 20-07-2017
TAJANI IN CERCA DI OPPORTUNITA’ DI INVESTIMENTI
[Apri PDF]   [solo testo]

il Gazzettino pag.1 · 20-07-2017
E MINNITI PREME SUI SINDACI: APRITE LE PORTE
[Apri PDF]   [solo testo]

GIUSTIZIA
Corriere della Sera pag.9 · 20-07-2017
E A CORLEONE LA MOGLIE CHE GESTISCE IL TESORO DI FAMIGLIA (F.Cavallaro)
[Apri PDF]   [solo testo]

la Repubblica pag.2 · 20-07-2017
Int. a M.Zapatero: “IN QUELLA CASERMA FU L’INFERNO ADESSO FINALMENTE SI FA GIUSTIZIA” (A.Puppo)
[Apri PDF]   [solo testo]

la Repubblica pag.2 · 20-07-2017
Int. a R.Settembre: “RICONOSCIUTI I MERITI DEI GIUDICI GLI AGENTI NON SIANO REINTEGRATI” (G.Filetto)
[Apri PDF]   [solo testo]

la Repubblica pag.17 · 20-07-2017
Int. a F.Roia: “UNA SCELTA CHE DIVIDE MA FATTA IN PUNTA DI DIRITTO” (E.ran.)
[Apri PDF]   [solo testo]

il Sole 24 Ore pag.7 · 20-07-2017
IN CAMPIDOGLIO “INDAGATO IL 37% DEI DIRIGENTI”
[Apri PDF]   [solo testo]

Il Dubbio pag.1 · 20-07-2017
Int. a A.Mascherin: “HO FIDUCIA NELLA POLITICA: EQUO COMPENSO MA NON SOLO” (G.Marchesi)
[Apri PDF]   [solo testo]

LAVORO
Corriere della Sera pag.28 · 20-07-2017
“IN ITALIA TROPPE TASSE, CON 1.630 EURO NETTI A TENERIFE VIVO TRANQUILLO” (Enr.mar.)
[Apri PDF]   [solo testo]

Corriere della Sera pag.28 · 20-07-2017
LEGGE SULLO SCIOPERO, SI RINVIA ALL’AUTUNNO (E.Marra)
[Apri PDF]   [solo testo]

il Sole 24 Ore pag.35 · 20-07-2017
BOERI: PAGATO UN MILIARDO PER LE PENSIONI ALL’ESTERO (M.Rogari)
[Apri PDF]   [solo testo]

Il Fatto Quotidiano pag.14 · 20-07-2017
POLIZIA, IL “METODO”: SALVATI I CONDANNATI, PUNITO CHI DENUNCIA (F.Sansa)
[Apri PDF]   [solo testo]

Avvenire pag.12 · 20-07-2017
“INCENDI, MANCANO GLI UOMINI” (F.Fulvl)
[Apri PDF]   [solo testo]

La Verita’ pag.3 · 20-07-2017
Int. a V.Volpi: “HO SCELTO DI STAR BENE IN PORTOGALLO II CAPO DELL’INPS INFIERISCE SU DI NOI” (M.Baroli)
[Apri PDF]   [solo testo]

ESTERI
Corriere della Sera pag.1 · 20-07-2017
LA “GUERRA” DI MACRON VIA IL CAPO DELLE FORZE ARMATE (S.Montefiori)
[Apri PDF]   [solo testo]

Corriere della Sera pag.12 · 20-07-2017
Int. a I.Bremmer: BREMMER DIETRO LO SCOOP: “COSI’ DONALD E’ STATO INCAUTO E SI E’ AFFIDATO AL CREMLINO” (G.Sarcina)
[Apri PDF]   [solo testo]

Corriere della Sera pag.13 · 20-07-2017
Int. a R.Emanuel: “SIAMO NOI SINDACI I NUOVI LEADER MIGRANTI E CLIMA, SFIDA ALLA CASA BIANCA” (M.Palumbo)
[Apri PDF]   [solo testo]

Il Secolo XIX pag.1 · 20-07-2017
Int. a C.Scajola: SCAJOLA: “DE GENNARO OFFRI’ LE DIMISSIONI, FUI IO A BLOCCARLE AL G8” (M.Menduni)
[Apri PDF]   [solo testo]

La Notizia (Giornale.it) pag.1 · 20-07-2017
SERVIZI SEGRETI IN ASCESA L’UOMO DI MANENTI (S.Sansonetti)
[Apri PDF]   [solo testo]

Annunci