RASSEGNA STAMPA 18 luglio 2017

MIGRANTI, ANCORA POCA SOLIDARIETÀ DALL’UE
Il Consiglio dei ministri degli Esteri europei ha concordato di dare priorità agli interventi di stabilizzazione in Libia per bloccare i flussi dei migranti. Angelino Alfano non è riuscito a far varare iniziative di maggiore solidarietà per l’Italia. Tra le misure stabilite, c’è la stretta alle esportazioni di gommoni e motori fuoribordo verso la Libia: un tentativo di scoraggiare il traffico, ma la restrizione non sarà applicata ai pescatori (Bbc).

Scontro con l’Austria L’ipotesi del rilascio di visti umanitari che permetterebbero la circolazione in Europa a 200mila migranti sbarcati in Italia ha incassato il no delle istituzioni Ue e provocato dure reazioni al vertice di Bruxelles. Un’ipotesi assurda”, per l’austriaco Sebastian Kurz, che si è dichiarato pronto a chiudere la frontiera del Brennero. Ma da Roma negano ogni iniziativa sui visti (Ansa).

… E con le ong Oggi intanto le organizzazioni non governative riceveranno il codice di condotta, approvato anche dall’Europa. All’inizio della prossima settimana saranno convocate al Viminale, scrive l’HuffPost, con i rappresentanti di Farnesina e Guardia Costiera. Ma già molte avanzano critiche (Lettera43).

ALTA TENSIONE NEL GOVERNO Intanto, dopo lo stop di Gentiloni alla legge sullo ius soli, è scontro nella maggioranza. Matteo Orfini, presidente del Pd, esclude modifiche al testo dopo il rinvio all’autunno (Next). Il ministro degli Affari regionali Enrico Costa, dopo le minacce di dimissioni, a Repubblica dichiara che “ha vinto il buon senso” e che è pronto a lasciare il governo. Alfano alla Stampa dice che la collaborazione con il Pd ormai si è conclusa, ma continuerà a sostenere il governo.

Il piano di Silvio La Stampa scrive che lo stop alla legge sulla cittadinanza ha rilanciato Berlusconi, che ora è pronto a sfidare Lega e Pd. Il suo piano prevederebbe il dialogo con Dario Franceschini per fermare Renzi e la candidatura di Roberto Maroni a premier contro Salvini.

IL PAESE DEI NEET L’Italia è il Paese d’Europa con il maggior numero di Neet. Secondo l’indagine 2017 sull’occupazione e sugli sviluppi sociali in Europa pubblicata dalla Commissione Ue, sono il 19,9% i giovani italiani tra i 15 e i 24 anni che non lavorano e non cercano un impiego, contro una media europea dell’11,5% (Repubblica).
*Chi sono davvero e cosa fanno (Corriere).

Pensionare i giovani Il Pd intanto lancia la proposta di una “pensione di garanzia” per i giovani, avanzando l’ipotesi di un minimo di 650 euro per chi ha il sistema contributivo (Sole24Ore). Mentre le richieste per l’Anticipo pensionistico sociale sono già 66mila, il 10% in più delle stime del governo (Ansa).

TRUMPCARE ADDIO La riforma sanitaria di Trump è ormai in stallo. Altri due senatori repubblicani hanno dichiarato che voteranno contro (Nyt). Il capo della maggioranza al Senato, Mitch McConnell, nella notte ha detto che presenterà un nuovo disegno di legge per abrogare l’Obamacare con due anni di ritardo, mentre si lavora a un’altra legge (The Hill).

L’accoglienza di Donald Il presidente Usa ha dato l’ok per 15mila nuovi visti concessi a lavoratori stranieri stagionali in settore non agricolo (Ft).

Inferno venezuelano Dopo la vittoria del no al referendum non ufficiale sulla riforma costituzionale del presidente Maduro, le opposizioni hanno annunciato uno sciopero generale per giovedì in un clima di grande tensione (Bbc).

PIÙ A ORIENTE
Negare tutto
 Dopo le accuse da parte del Wp agli Emirati Arabi di aver falsificato con un attacco hacker le dichiarazioni del Qatar a favore di Iran e Hamas, dal Paese del Golfo è arrivata la smentita (Cnn).

Il mistero del Califfo Nelle ultime 48 ore la morte di Al Baghdadi è stata messa in dubbio da fonti saudite e dagli Usa, mentre Iran e Russia confermano (La Stampa).

Prove di dialogo Il ministro della Difesa della Corea del Sud ha proposto un incontro per venerdì al governo nordcoreano nella cittadina di Panmunkom, al confine tra i due Paesi. Sarebbe il primo contatto dal 2015 (Guardian).

IL TAVOLO BREXIT Alla prima giornata del secondo round di trattative per l’addio del Regno Unito all’Ue, il ministro inglese David Davis si è presentato senza un piano scritto, e dopo l’incontro in mattinata con il commissario europeo Michel Barnier è rientrato a Londra, dove resta alta la tensione interna. Fino a giovedì la trattativa sarà portata avanti da Olly Robbins, ma l’accordo sul “prezzo del divorzio” e sui diritti dei cittadini resta ancora da fare (Ft).
*La vendetta di Parigi (Il Foglio).

Niente sofferenze Unicredit ha annunciato la vendita di crediti deteriorati per 17,7 miliardi ai fondi Fortress e Pimco (Repubblica).

Agenda Oggi dagli Usa arrivano i dati sulle trimestrali di Goldman Sachs e Bank of America.

MONDO REALE
Bossetti condannato I giudici della Corte d’assise d’appello di Brescia hanno condannato Massimo Bossetti all’ergastolo per l’omicidio di Yara Gambirasio, confermando la sentenza di primo grado (Repubblica).

Carcere a vita Dopo 34 anni, Rocco Schirripa è stato condannato all’ergastolo per l’omicidio del procuratore di Torino Bruno Caccia (Messaggero).

L’Italia in fiamme Non si fermano gli incendi: bruciano la pineta di Castel Fusano e quella di Grosseto, il Cilento, le Tremiti, la Costiera amalfitana, la collina di Posillipo e il Vesuvio. A Giugliano è morto un uomo precipitato dal tetto di un capannone (Tempo). Arrestato il sospetto piromane di Castel Fusano (La Stampa).

MEDIA & TECH
Il regno di Netflix Il colosso dei video on demand ha guadagnato 5,2 milioni di nuovi abbonati nel secondo trimestre, un dato molto superiore alle aspettative (TechChrunch).

Banda larga Il Sole 24 Ore scrive che sono in arrivo 3,5 miliardi di investimenti per Open Fiber, la joint venture di Enel e Cdp che dovrà portare Internet veloce anche nelle aree meno abitate d’Italia.

SPORT
La prima volta Giorgio Minisini e Manila Flamini vincono l’oro ai mondiali di Budapest nel duo misto con un esercizio dedicato ai migranti. È il miglior risultato nella storia del nuoto sincronizzato tricolore (Gazzetta).

OGGI
Dati su inflazione dell’Ue e della Gran Bretagna;
Germania, indice Zew di luglio;
Ministero dei Trasporti, tavolo tecnico con rappresentanti di taxi ed Ncc;
Nuoto, mondiali di Budapest;
Tour de France, 16esima tappa.

Prime: 

Corriere: Il record dei giovani esclusi
Repubblica: Ius soli, alta tensione nel governo
La Stampa: Berlusconi, il piano contro Lega e Pd
Il Sole 24 Ore: Pensioni, 66mila domande per l’Ape
Il Messaggero: Roghi e paura, la ferita di Roma
Il Fatto Quotidiano: Gentiloni inchiodato alla sedia: “Le nomine deve farle tutte lui”
Il Giornale: Immigrati nelle casette e terremotati senza tetto
Libero: Lotta dura contro il turismo
La Verità: Equitalia c’è ancora: fa la cresta sulle tasse
Il Foglio: L’incredibile storia del suicidio del Pd
Ft.com: KKR positions successors to Kravis and Roberts


GOVERNO: ALFANO, CON PD RAPPORTO CONCLUSO = Roma, 18 lug. (Adnkronos) – “La collaborazione” con il Pd “si è ormai conclusa, sosteniamo lo stesso governo, ma non facciamo parte della stessa coalizione: diciamo che abbiamo un parente in comune, di nome Gentiloni, ma tra noi e loro non c’è più alcun legame”. Lo dice il ministro degli Esteri e presidente di Alternativa popolare, Angelino Alfano, in un’intervista a La Stampa.

++ Yara: confermato ergastolo a Bossetti ++  (ANSA) – MILANO, 18 LUG – La Corte d’Assise d’Appello di Brescia ha confermato la condanna all’ergastolo di Masimo Bossetti per l’omicidio di Yara Gambirasio. Ricalcata in pieno la sentenza di primo grado.

MIGRANTI, AUSTRIA CHIUDERA’ BRENNERO SE VISTI UMANITARI IUS SOLI, SALVINI: ‘SE CI RIPROVANO BLOCCHIAMO LE CAMERE’ Dura presa di posizione dell’Austria in risposta all’ipotesi che l’Italia conceda visti umanitari ai migranti: “E’ inaccettabile, in quel caso introdurremmo subito i controlli al Brennero”, dice il ministro degli Interni austriaco Sobotka. Dopo la pausa allo ius soli da parte di Gentiloni, Salvini avverte: “Se ci riprovano blocchiamo le Camere”.

INCENDI, BRUCIA CASTELFUSANO. RAGGI: E’ DISASTRO AMBIENTALE ‘GOVERNO AIUTI’. UN MORTO NEL NAPOLETANO, ROGHI A POSILLIPO Ancora fiamme alla pineta di Castelfusano a Ostia: un arrestato, sorpreso ad appiccare fiamme; Raggi parla di disastro ambientale e chiede l’aiuto del Governo. Roghi anche a Napoli, sulla collina di Posillipo; a Giugliano un morto, caduto dal tetto su cui era salito per sfuggire alle fiamme. Mattarella stamani ad Aquilone per la commemorazione dell’alluvione in Valtellina.

YARA, CONFERMATO L’ERGASTOLO A BOSSETTI IN LACRIME LUI E LA MOGLIE. LEGALI: RICORSO IN CASSAZIONE Dopo oltre 15 ore di camera di consiglio, i giudici della Corte d’assise d’appello di Brescia hanno confermato l’ergastolo a Bossetti per l’omicidio di Yara. In lacrime lui e la moglie. I legali del muratore parlano di “clamoroso errore giudiziario e annunciano ricorso in Cassazione. “Giustizia e’ stata fatta”, afferma invece l’avvocato di parte civile.

USA: RIVOLTA REPUBBLICANI, SALTA NUOVA RIFORMA SANITARIA TRUMP: INTANTO REVOCARE OBAMACARE E RICOMINCIARE DA CAPO Nuovo nulla di fatto sul fronte della Sanita’ per Trump: altri due senatori repubblicani hanno dichiarato la loro opposizione al nuovo testo. Intanto si voti la revoca dell’Obamacare e si ricominci da capo, incitano il presidente Usa e il leader dei senatori repubblicani McConnell.

VENEZUELA, TRUMP MINACCIA ‘AZIONI ECONOMICHE’ MADURO ATTACCA MOGHERINI:INSOLENTE. PLEBISCITO CONTRO RIFORMA Trump minaccia “massicce e rapide azioni economiche” contro i piani politici di Maduro. Il leader venezuelano attacca intanto la Mogherini, definendola “insolente” per aver criticato la sua Assemblea costituente contro la quale hanno votato 7 milioni di venezuelani in un referendum informale.

IN ITALIA RECORD DI ‘NEET’ E LA POVERTA’ E’ IN AUMENTO BONUS ASILI NIDO, NEL PRIMO GIORNO QUASI 20.000 DOMANDE In Italia record Ue di ‘neet’: i giovani fra 15 e 24 anni che non hanno e non cercano lavoro sono il 19,9%. La differenza fra uomini e donne che lavorano e’ invece al 20,1%, mentre il numero di persone che vivono in poverta’ estrema e’ aumentato fra 2015 e 2016. Quasi 20.000 le domande per accedere al bonus asili nido arrivate all’Inps nel primo giorno di avvio della procedura.

Mo: Spianata Moschee, ancora tensione a Gerusalemme Al Fatah proclama per domani giornata di protesta (ANSAmed) – TEL AVIV, 18 LUG – Nottata di tensione a Gerusalemme est, in seguito alla installazione da parte di Israele di metal detector ad alcuni accessi alla Spianata delle Moschee. Secondo una portavoce della polizia, gli incidenti piu’ gravi sono avvenuti nei rioni di Silwan e di Issawiya. Alcuni dimostranti sono stati fermati. Per domani al-Fatah ha indetto una giornata di protesta contro le nuove misure di sicurezza attorno alla Spianata decise da Israele in seguito all’attentato di venerdi’, quando tre assalitori con armi da fuoco hanno ucciso due agenti di polizia e sono poi stati abbattuti. Con l’installazione dei metal detector Israele afferma di voler prevenire altre introduzioni di armi nella Spianata delle Moschee. Ma i responsabili religiosi islamici sostengono che le porte elettroniche sono in contrasto con lo status quo e hanno ordinato ai fedeli di rifiutarsi di sottomettersi alle ispezioni.

Russia: Testimoni di Geova banditi, contro di noi discriminazione = (AGI) – Mosca, 18 lug. – Il collegio d’appello della Corte suprema russa ha confermato, il divieto di attivita’ dei Testimoni di Geova in Russia, respingendo l’appello dei legali dell’organizzazione religiosa, contro la sentenza del 20 aprile scorso che ha dichiarato “estremista” il gruppo. I beni dei Testimoni di Geova saranno confiscati a favore dello Stato e in caso di rifiuto ad attuare quanto stabilito dal tribunale, si profilera’ la responsabilita’ penale. L’avvocato della difesa, Viktor Zhenkov, ha confermato di voler impugnare la sentenza alla Corte europea dei diritti dell’Uomo. “La liberta’ religiosa in Russia e’ finita. E’ molto triste per il nostro Paese”, ha commentato il portavoce dei Testimoni di Geova in Russia, Yaroslav Sivulsky. Durante il processo di appello, lunedi’, Zhenkov ha dichiarato che dopo il divieto, deciso dalla Corte suprema il 20 aprile, i membri dell’organizzazione religiosa sono stati vittima di una vera e propria campagna di discriminazione: molti sono stati licenziati o non sono stati assunti per nuove posizioni.

Prima pagine 18.7.2017 + stampa estera

SCARICA TUTTA LA RASSEGNA STAMPA DEL 18 LUGLIO 2017 CLICCA QUI O CONSULTALA NELLA SEZIONE IN BASSO

Annunci