RASSEGNA STAMPA 13 luglio 2017

RUSSIAGATE, ANCORA
Nella sua audizione di conferma al Senato come capo dell’Fbi, Christopher Wray ha dichiarato che sul Russiagate l’Fbi non sta conducendo nessuna “caccia alle streghe”, aggiungendo di essere pronto a dimettersi se ricevesse pressioni su quell’indagine (Reuters).

Chi sapeva? Trump Jr, dal canto suo, ha assicurato che suo padre non sapeva nulla dell’incontro con l’avvocatessa russa (Bbc) e il presidente stesso ha detto di averlo saputo solo pochi giorni fa e di non biasimare il figlio per aver partecipato all’incontro (Reuters). Il Senato, intanto, ha annunciato di voler interrogare Paul Manfort, all’epoca capo della campagna elettorale di Trump (Politico).
*Le email di Trump Jr sono una pistola fumante o una distrazione? (Wp).
*Siamo sicuri che il Cremlino faccia il gioco di Trump? (Bloomberg).
*Cospirazione o coincidenza? Il New York Times ripercorre gli eventi per fare chiarezza.

Sanzioni in vista Intanto, i Democratici intendono proporre un nuovo disegno di legge sulle sanzioni alla Russia e all’Iran, un messaggio al presidente per invitarlo a mantenere la linea dura con Mosca (Reuters).

QUI MEDIORIENTE Il segretario di Stato Rex Tillerson, in Arabia Saudita per risolvere la crisi diplomatica con il Qatar, ha concluso con scarsi risultati i colloqui con i ministri degli Esteri dei quattro Paesi arabi. Il suo ritorno in Qatar suggerisce che possa aver ottenuto qualcosa sulle 13 richieste fatte dall’Arabia e dai suoi alleati al rivale nel Golfo (Wp).

La mossa israeliana Il governo di Benjamin Netanyahu sta cercando un accordo con l’Arabia Saudita per permettere voli speciali per i pellegrini da Tel Aviv a La Mecca e rafforzare così i rapporti con Ryhad, come auspicato dall’amministrazione Trump (Bloomberg).

QUI BRASILE L’ex presidente Luiz Inacio Lula è stato condannato in primo grado a 9 anni e mezzo di reclusione per i reati di corruzione e riciclaggio di denaro. Lula è ritenuto colpevole di aver preso una tangente di circa un milione di euro legata allo scandalo Petrobras (LaStampa).

UE, INCONTRI E SCONTRI Nulla di fatto nell’incontro trilaterale tra Paolo Gentiloni, Emmanuel Macron e Angela Merkel che si è svolto a Trieste, a margine del summit sui Balcani Occidentali. Le aperture di Francia e Germania sui migranti restano limitate, confermando la disponibilità ad accogliere chi fugge dalle guerre, ma non i migranti economici. Il presidente francese Emmanuel Macron, da parte sua, ha ammesso che “la Francia non ha sempre fatto la sua parte” (Repubblica).

Patti europei Oggi a Parigi Macron e Merkel si incontreranno di nuovo per discutere di una più stretta collaborazione tra i due Paesi, diretta a rafforzare la Ue. In particolare, la Francia vorrebbe un maggiore supporto sul fronet difesa, mentre la Germania chiede a Parigi di rispettare le regole di bilancio ed essere più competitiva sul piano economico (Bloomberg).

Dura lex, sed Brexit Il capo-negoziatore dell’Ue Michel Barnier ha chiesto al governo britannico di essere flessibile e ammettere di avere obblighi finanziari nei confronti di Bruxelles, altrimenti la trattativa non potrà continuare (Politico).

Discorso regale Re Felipe di Spagna, durante la visita di stato a Londra, ha invitato il governo britannico a lavorare insieme per trovare un accordo sul destino di Gibilterra dopo la Brexit (Guardian)

ORIZZONTI
La Fed va  
Nei prossimi due anni la Federal Reserve procederà con rialzi lenti e graduali dei tassi d’interesse. Lo ha annunciato la numero uno della Fed Janet Yellen nella sua audizione al Congresso (Nyt). Positive le reazioni delle Borse (Repubblica). Il Beige Book, pubblicato ieri, indica intanto un miglioramento della crescita economica “da lieve a moderata”, anche se la crescita di stipendi e prezzi resta debole (Bloomberg).

In alto i tassi! La Banca del Canada ha alzato i tassi di interesse dello 0,25% per la prima volta da circa sette anni, segno che il Paese ha fiducia nella ripresa economica (Bbc).

Lettere da Bruxelles La Commissione europea ha risposto positivamente alla lettera del ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan nella quale chiedeva più flessibilità sui conti pubblici. “La proposta è accettabile – scrive Bruxelles – purché il Paese continui a riformare l’economia, riduca la spesa pubblica e confermi la riduzione del deficit e del debito” (Sole24Ore).
*Le tensioni e i dilemmi di Pier Carlo Padoan in vista della prossima legge di Stabilità (Corriere).

Fiducia alle Venete La Camera ha confermato la fiducia al governo sul decreto sulle banche venete. Ora il provvedimento tornerà in Senato (Sole24Ore). Intanto, Ignazio Visco, governatore della Banca d’Italia, durante il suo intervento all’Assemblea annuale della Abi ha detto che l’emergenza bancaria è finita, ma ora il settore deve tornare a produrre utili (Repubblica).

Una al giorno Uno studio Cgil-Ires ‘racconta il fiorire di società partecipate pubbliche: ce ne sono 8.893, una ogni 6821 abitanti. E oltre 5000 nate tra il 2000 e il 2014 (Repubblica).

ANTARTIDE SPACCATO Un iceberg di dimensioni straordinarie, grande come la Liguria, si è staccato dalla piattaforma di ghiaccio Larsen C ancorata all’Antartide. Gli scienziati precisano che il suo futuro scioglimento non avrà effetti immediati sull’innalzamento dei mari “perché stava già galleggiando” (Guardian).
*Non date la colpa ai cambiamenti climatici (Bloomberg).

Clima rovente A San Vito lo Capo 900 turisti sono stati evacuati da un villaggio turistico minacciato da un vasto rogo (LaStampa). Il 2017 segna il record dell’ultimo decennio per quanto riguarda le richieste di intervento (Repubblica).

MONDO REALE
Sciopero!
 I professori universitari annunciano il blocco degli esami dal 28 agosto al 31 ottobre per protestare contro gli stipendi bloccati dal 2011, scrive in apertura La Stampa.

MEDIA & TECH
La Mela cinese Apple ha annunciato di aver creato il suo primo data center in Cina per conformarsi alle più severe leggi sulla sicurezza informatica introdotte lo scorso mese (Reuters).

Protesta virtuale Facebook, Google, Twitter e molti altri giganti tech hanno partecipato alla “giornata di azione” a sostegno della neutralità della rete, contro la proposta della Commissione federale per le comunicazioni statunitense che prevede di eliminarla (TheVerge).

In programma L’editore Urbano Cairo ha reso noti i palinsesti per la prossima stagione di La7. Confermati Gruber, Mentana e Floris. Annunciato anche il ritorno in video di Corrado Guzzanti (Prima Comunicazione).

OGGI 
Germania: dati sull’inflazione;
Visita a Tripoli del ministro dell’Interno Marco Minniti;
Istat: povertà in Italia nel 2016;
Fiom: assemblea generale;
Pensioni: assemblea unitaria Cgil-Cisl-Uil.

Prime: 

Corriere: Renzi in trincea contro tutti

Repubblica: Migranti, no di Macron all’Italia L’Europa tiene chiusi i porti

La Stampa: La rivolta dei professori “Stipendi fermi da 6 anni Blocchiamo l’Università”

Il Sole 24 Ore: “Dissipati i rischi di sistema, Npl all’8% entro l’anno” [Ignazio Visco]

Il Messaggero: Gli italiani bocciano lo ius soli

Il Fatto Quotidiano: Grandi riforme: l’Italia brucia, 28 elicotteri a terra e solo 4 in volo

Avvenire: Migranti più a rischio

Il Giornale: È ufficiale: ce li teniamo tutti

Libero: A Napoli si bruciano da soli

Il Foglio: La linea difensiva è: prudenza E Trump tratta il figlio da sprovveduto

Il manifesto: Banchi del mutuo soccorso

Ft.com: Trump declares son “innocent” over Russia emails


MIGRANTI, MACRON: FRANCIA NON SEMPRE HA FATTO SUA PARTE DI MAIO: SVENDUTI PER 80 EURO. MINNITI OGGI DA SINDACI LIBIA Vertice ieri a Trieste sui migranti tra Gentiloni, Merkel e Macron: i progressi ancora non bastano, afferma il premier; non sempre abbiamo fatto la nostra parte, ammette il presidente francese. Minniti oggi sara’ a Tripoli dai sindaci del sud della Libia. Di Maio intanto attacca: ci hanno svenduti per 80 euro trasformandoci nel piu’ grande porto d’Europa. —.

ALITALIA, ROSSO DA 200 MILIONI NEI PRIMI DUE MESI 2017 LETTERA UE ALL’ITALIA SUL DEFICIT, VERSO IL SI’ ALLO SCONTO Rosso da 200 milioni nei primi 2 mesi del 2017: per Alitalia si va verso l’amministrazione controllata; il valore delle perdite equivale a poco meno della meta’ di quanto accumulato nell’intero 2016; resta il termine al 21/7 per la chiusura della data room. Ecco la lettera della Commissione Ue all’Italia sul deficit: si avvicina il primo si’ allo sconto per 8-9 miliardi. —.

INCASTRATA TRA PORTE E TRASCINATA DA METRO,GRAVE DONNA A ROMA 43ENNE SALE AL VOLO CON BUSTE SPESA, PASSEGGERI TIRANO FRENO Tragedia sfiorata ieri sera alla stazione Termini a Roma. Con le buste della spesa in mano ha cercato di salire al volo sulla metro ma e’ rimasta incastrata tra le porte e trascinata per alcuni metri, poi gli altri passeggeri hanno tirato il freno d’emergenza. La 43enne dell’est Europa e’ stata soccorsa e trasportata in ospedale in gravi condizioni. —.

BRASILE, LULA CONDANNATO A 9 ANNI E MEZZO RUSSIAGATE INSEGUE TRUMP, OGGI A PARIGI CON MELANIA Prima sentenza di condanna contro l’ex presidente brasiliano Lula: 9 anni e mezzo di reclusione per corruzione; interdizione di 19 anni dai pubblici uffici. Fuga dalle accuse del Russiagate per Trump, oggi a Parigi con Melania per una due giorni su invito di Macron. E stamani in Francia arriva anche la Merkel, per il periodico Consiglio dei ministri franco-tedesco. —.

UCCIDE LA MADRE E LA SORELLINA, SOLOMON HA CONFESSATO L’INVESTITORE DEI DUE FIDANZATI IN MOTO: NON VOLEVO UCCIDERE Ha confessato Solomon Nyantakyi, il 21enne di origini ghanesi che ha ucciso nel loro appartamento a Parma la madre di 43 anni e la sorellina di 11: la giovane promessa mancata del calcio e’ stato fermato a Milano. Afferma che non voleva uccidere ma solo prendere il numero di targa l’investitore dei fidanzati in moto in Val di Susa, per il quale il gip ha convalidato l’arresto. —.

MORTO MACK SMITH, STORICO INGLESE CHE RACCONTO’ ITALIA AVEVA 97 ANNI. DEDICO’ MOLTI SAGGI BESTSELLER A MUSSOLINI E’ morto a 97 anni lo storico inglese Denis Mack Smith, grande esperto di storia italiana e autore di saggi bestseller come ‘Storia d’Italia dal 1861 al 1997′. Collaboratore di Benedetto Croce, Mack Smith dedico’ molti libri a Mussolini. (ANSA). MNE 1

Turchia: esplode deposito di armi, feriti 10 soldati A Kilis, vicino al confine con la Siria (ANSA) – ROMA, 13 LUG – Dieci soldati sono rimasti lievemente feriti questa mattina in seguito all’esplosione di un deposito di munizioni, provocata da un incendio, a Kilis, una cittadina turca vicino al confine con la Siria: lo riporta il quotidiano turco Daily Sabah. Non si conoscono ancora le cause dell’incendio.(ANSA). CB

Prime Pagine + stampa estera 13.7.2017

Scarica tutta la rassegna stampa del 13 luglio 2017 clicca qui o consultala nella sezione in basso

Annunci