LE NOTIZIE DEL GIORNO ORE 16,00 – 10.07.2017

Migranti: Renzi, Lega ha tagliato fondi cooperazione =

I Migranti “ho detto – e ribadisco – che dobbiamo davvero aiutarli a casa loro. Davvero. Con la cooperazione internazionale, in primis. Con gli aiuti allo sviluppo. Con la prima legge in Europa sui minori Migranti. Con l’investimento in cultura importante quanto l’investimento in sicurezza. E voglio vedere se c’+¿ una persona di buon senso che possa contestare questo davvero. Lo dice anche Salvini? Vero. Ma la Lega i soldi per la cooperazione internazionale li ha tagliati. Il PD in Africa ha mandato il Presidente del Consiglio, non i diamanti in Tanzania, come ha fatto qualche camicia verde”. Cosi’ Matteo Renzi, nella sua enews, torna sulle parole sui Migranti che la scorsa settimana hanno alimentato polemiche. (AGI) Ted 101429 LUG 17 NNNN

******************************************************

MIGRANTI. CARITAS: CHIUSURA PORTI MINACCIA INUTILE E INASCOLTATA

“Dal G20 di Amburgo e ancor prima dal vertice di Tallinn non sono emerse proposte utili e credibili per affrontare con serieta’ la questione MIGRANTI”. Anzi, verso l’Italia “il messaggio e’ chiaro: meno solidarieta’ verso chi mette a rischio la nostra sicurezza”. È quanto scrive Oliviero Forti, responsabile dell’Ufficio immigrazione di Caritas Italiana, in una nota pubblicata oggi dal SIR. “La provocazione italiana di chiudere i porti per convincere il resto dell’Europa a mostrare maggiore solidarieta’, non e’ stata nemmeno presa in considerazione”, osserva. “Non solo e’ stato ribadito che i MIGRANTI non potranno essere sbarcati da alcun’altra parte se non in Italia- prosegue- ma siamo stati richiamati perche’ non abbiamo ancora svolto tutti i compiti a casa, a partire dall’aumento dei centri di detenzione sul territorio e dal rafforzamento del sistema dei rimpatri”. Per Forti, “il fatto che si continui a puntare il dito contro le ong che stanno effettuando i salvataggi in mare, svela quale sia la strategia adottata: individuare il soggetto piu’ debole, il capro espiatorio da colpire, per distrarre l’opinione pubblica dalle vere questioni che non si vogliono affrontare”. “Anche nei due vertici della scorsa settimana- rileva- e’ tornato puntuale il refrain ‘aiutiamoli a casa loro’, magari investendo in sviluppo”. “Peccato che- sottolinea- un eventuale piano Marshall per l’Africa avrebbe degli effetti sui flussi migratori nel lungo periodo e non nell’immediato”. “L’unica certezza e’ che l’Italia dovra’ continuare a cavarsela da sola”, sottolinea Forti, evidenziando che “l’esternalizzazione delle frontiere europee in Libia va contro i diritti umani perche’ l’operazione avverrebbe in un Paese fuori controllo dove gli abusi contro i MIGRANTI sono all’ordine del giorno”. (www.agensir.it) (Alf/Dire) 14:37 10-07-17 NNNN

********************************************************

Migranti: continua calo rimesse da Italia verso la Cina

Continua il calo delle rimesse degli immigrati cinesi in Italia verso la Madrepatria. Secondo quanto si ricava dalle tabelle della Banca d’Italia nel primo trimestre 2017 sono ammontate a 40 milioni di euro, in calo rispetto ai 43 del trimestre precedente e gli 83 milioni del primo trimestre di un anno fa. Gia’ lo scorso anno la Uif, l’unita’ di informazione finanziaria presso la Banca d’Italia, aveva segnalato come il fenomeno fosse attribuibile principalmente per una ‘migrazione’ dalle banche a operatori di money transfer comunitari meno attenti ai controlli. Un fenomeno che ha anche portato a inchieste della magistratura nei mesi scorsi. Tornando ai dati sulle rimesse cinesi, dai 2,674 miliardi di euro del 2012 si e’ passati ai 557 milioni del 2015 e ai 235 milioni del 2016. Un calo ben superiore a quello registrato dall’aggregato e dei primi paesi in classifica come la Romania (oltre 770 milioni in 2016 e 171 nel primo trimestre) e il Bangladesh (485 milioni)(ANSA). DOA 10-LUG-17 14:55 NNNN

*****************************************************

Migranti: M5S, dichiarazione Gentiloni al G20 e’ vergognosa

“Sulla questione dei Migranti al G20, il tavolo delle grandi decisioni finisce con un accordo irreversibile che non prevede sanzioni contro la tratta di esseri umani. Cio’ che lascia veramente perplessi e’ la dichiarazione rilasciata da Gentiloni: “era difficile aspettarsi risultati scoppiettanti”. Una dichiarazione che fa vergognare: la tratta e’ il fenomeno che vede le persone trattate alla stregua di merci, oggetti, schiavi. E’ il mercato piu’ redditizio per le criminalita’ organizzate straniere, un giro d’affari di piu’ di 150 miliardi di dollari nel mondo. I numeri sono impressionanti, si stima tra i 21 milioni e i 35 milioni le vittime, in Italia ben 70 mila donne e 150 mila uomini, e il Primo Ministro non ha nulla da dichiarare”. Lo afferma Fabiana Dadone, deputata del MoVimento 5 Stelle della commissione Antimafia che sta curando la relazione sulla Tratta degli esseri umani. “E’ impossibile parlare di umanita’, di un mondo migliore, quando i leader delle nazioni piu’ sviluppate non hanno la minima considerazione di un problema cosi’ grave che ferisce la nostra civilta’, la dignita’ di tutti gli esseri umani. Questa inerzia, pero’, non deve fermare la nostra denuncia e la nostra capacita’ di reagire, proponendo soluzioni e dando sostegno sia alle forze dell’ordine ma anche alle tante associazioni di base che lottano per dare un aiuto alle vittime di tratta”, conclude. (ANSA). DEL 10-LUG-17 15:29 NNNN

*************************************************************

Bassolino, bravo Pisapia il suo e’ lo stile giusto

“Renzi scrive che Pisapia era contro l’Ulivo: e’ un errore, l’ex sindaco di Milano ha votato la fiducia a Prodi. Pisapia invece dice che il suo obiettivo e’ unire il centrosinistra e pur ritenendo la frase di Renzi sui migranti sbagliata sottolinea che e’ stata estrapolata dal contesto complessivo del libro. Bravo, Giuliano. Avanti su questa strada, e’ lo stile giusto”. E’ quanto scrive Antonio Bassolino in un post sul suo profilo Facebook.(ANSA). COM-PTR/BOM 10-LUG-17 15:28 NNNN

****************************************************

FISCO: BRUNETTA, RENZI COPIA GLI ALTRI, MA LO FA TARDI E MALE =

”Renzi Zelig: copia gli altri (anche inconsapevolmente). Peccato che lo faccia tardi, male e, ovviamente, senza citare. La proposta di tenere il deficit al 2,9% per 5 anni in cambio di riforme è vecchia e ha anche un nome”. Lo dichiara il capogruppo Fi alla Camera Renato Brunetta. “Sono gli arcinoti ‘Contractual Arrangements’ spiega- strategia di cui si è a lungo parlato in Europa nel 2014 per cui i singoli Paesi siglano accordi bilaterali con la Commissione Ue per le riforme strutturali in cambio di una deroga alla regola del cosiddetto ‘braccio preventivo’ che prevede un progressivo avvicinamento al pareggio di bilancio attraverso una riduzione annua del deficit dello 0,5%”. “Strategia -prosegue- che da presidente del Consiglio Renzi non solo ha sempre snobbato, ma durante i suoi anni di governo ha fatto l’esatto contrario: zero riforme e tanto deficit, con il conseguente aumento del debito pubblico. Tra l’altro, proprio a questo proposito segnaliamo a Renzi che chiedere margini all’Europa per fare più deficit senza impegnarsi nella riduzione del debito è semplicemente folle. Anzi, peggio: ridicolo Allo stesso modo, parlare di veto dell’Italia all’inserimento del Fiscal Compact nei Trattati europei è tutto un bluff, come suo solito”. “Rinfreschiamo ancora una volta -continua- la memoria al giovane statista fiorentino, che non sa di cosa parla e persiste nell’errore. All’origine, il Fiscal Compact avrebbe dovuto essere un atto europeo, si pensava a un regolamento per ‘compattare’ (copyright Mario Draghi) in un testo unico tutte le normative che erano state adottate nel periodo della grande crisi dell’eurozona (Six Pack, Two Pack). Ma per il Regno Unito un regolamento avrebbe avuto un’influenza eccessiva anche per i paesi non euro, limitando, per esempio, la libertà di circolazione dei servizi finanziari, e si oppose”. (segue) (Pol/AdnKronos) ISSN 2465 – 1222 10-LUG-17 14:24 NNNN

*****************************************************

FISCO: BRUNETTA, RENZI COPIA GLI ALTRI, MA LO FA TARDI E MALE (2) =

“Per superare questa impasse -ricorda Brunetta- si usò la formula dell’accordo internazionale, la stessa utilizzata in precedenza anche per Schengen, e fu inserito l’articolo 16 per cui a 5 anni data dalla firma (quindi nel 2017) si sarebbe valutata la possibilità di recepire l’accordo internazionale nell’ambito dei Trattati europei (come è effettivamente accaduto, in altra sede e con altri tempi, per Schengen). Quindi l’appuntamento dei 5 anni non è una scadenza, a cui fa continuo richiamo Renzi per farsi il bello, non è un rinnovo, non è neanche un tagliando/controllo”. “Al massimo -sottolinea- quello che l’Italia può fare è, come per ogni accordo internazionale, ritirare la firma e uscire dal Fiscal Compact. Restiamo comunque, come Stato dell’Ue, vincolati a tutte le regole del Six Pack e del Two Pack, che rimangono in vigore. L’unico vincolo di cui Renzi si libererebbe sarebbe l’equilibrio di bilancio, se non fosse che lo abbiamo inserito nella nostra Costituzione. Quindi saremmo tenuti a rispettarlo comunque, salvo nuove modifiche costituzionali. Questa è l’analisi corretta e la spiegazione che Renzi continua a non voler capire”. “Altra cosa è, invece -evidenzia il presidente dei deputati azzurri- la necessità che l’Italia apra una riflessione più generale in sede europea per ritornare, come abbiamo avuto occasione di sostenere più volte in Parlamento, al Trattato di Maastricht nella sua versione originale, quella fortemente voluta dall’allora ministro del Tesoro, Guido Carli, sospendendo le successive modifiche, da noi ritenute illegittime, del Six Pack, del Fiscal Compact e del Two Pack. Sarebbe ora di parlare di Europa con competenza e cognizione di causa. In caso contrario si finisce male: derisi e isolati”. (Pol/AdnKronos) ISSN 2465 – 1222 10-LUG-17 14:24 NNNN

*********************************************************

FISCO: MEF, A MAGGIO FLESSIONE PER PARTITE IVA, -2,9% =

Partite Iva in flessione del 2,9% in maggio rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. E’ una nota del Mef a rendere noto il dato che ha visto l’apertura di 46.503 nuove partite Iva di cui, per quel che attiene alla natura giuridica, il 70,6% è relativa alle persone fisiche, il 24,2% alle società di capitali e il 4,5% relativa alle società di persone. Più contenuta risulta la percentuale riferita ai ”non residenti” e ”altre forme giuridiche”, pari allo 0,8%. Rispetto al maggio 2016 si rileva un calo di aperture più limitato per le persone fisiche (-4,9%) e più marcato (-9,9%) per le società di persone. Le società di capitali registrano invece un incremento (+5%). Per ciò che attiene alla ripartizione territoriale, il 41,3% delle nuove aperture è localizzato al Nord, il 22% al Centro ed il 36,6% al Sud ed Isole. Il confronto con il corrispondente mese dell’anno scorso mostra un aumento nella provincia autonoma di Bolzano (+4,9%), in Lombardia (+3,6%) e Campania (+3,2%); le flessioni più marcate si registrano in Basilicata (-38,3%), Molise (-33,6%) e Umbria (-19,3%). La classificazione per settore produttivo evidenzia, come di consueto, che il commercio registra il maggior numero di aperture di partite Iva (20,5% del totale), seguito dalle attività professionali(13,9%) e dall’agricoltura (12,9%). (segue) (Tes/AdnKronos) ISSN 2465 – 1222 10-LUG-17 15:35 NNNN

************************************************************

Banche: Brunetta, confusione regna sovrana

“La confusione del governo e della maggioranza sul decreto per il salvataggio delle Banche venete regna sovrana. Doveva essere un provvedimento chiave per il sistema bancario ed economico del nostro Paese, invece siamo di fronte all’ennesimo pasticcio che, come e’ accaduto spesso in questi anni, creera’ piu’ danni che guadagni. Monte dei Paschi di Siena docet”. Lo scrive su Facebook Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia. “Dopo il tira e molla della scorsa settimana – nel quale maggioranza e governo hanno mostrato tutta la loro superficialita’ e spregio delle regole della democrazia parlamentare, non consentendo di fatto alle opposizioni di svolgere al meglio il proprio lavoro – domani il testo tornera’ in Commissione Finanze per rimediare a dei problemi tecnici. Insomma, siamo ancora in mezzo al guado, nonostante si tratti di una questione seria, delicata, che investe diverse migliaia di famiglie e imprese. Padoan assente e inerte, il Mef complice di un disastro annunciato. E questa sera si attende, in merito al dl, una valutazione definitiva da parte dell’Ecofin. Nonostante tutto, il nostro atteggiamento non mutera’, saremo seri, responsabili, ma allo stesso tempo inflessibili e mai conniventi con un esecutivo nel caos”, conclude Brunetta. (ANSA). DEL 10-LUG-17 15:16 NNNN

****************************************************

Banche venete: possibile ok senza modifiche =

Chiusa la discussione generale nell’assemblea di Montecitorio, impegnata nell’esame del decreto per il salvataggio delle Banche venete. Si riprende domani in Aula, ma a quanto pare il governo starebbe ancora cercando un accordo per introdurre alcune modifiche al decreto originario in modo tale da ampliare la platea dei risparmiatori da rimborsare. Potrebbe cosi’ saltare il ritorno in commissione Finanze, come era stato auspicato giovedi’ scorso dal capogruppo Pd, Pelillo, e ci si avvierebbe verso la conversione del decreto del governo con l’unica modifica approvata che prevede la sospensione di sei mesi per il pagamento dei bond nelle Banche che hanno chiesto la ricapitalizzazione preventiva. (AGI) Rmz/Pit 101523 LUG 17 NNNN

*****************************************************

FASCISMO. M5S: PD VOLEVA UNA LEGGE CHE FACEVA SCONTI AI FASCISTI

“La proposta di legge Fiano contro la propaganda del regime fascista e nazifascista e’ l’ennesima legge scritta con i piedi dal Pd. Una legge che, per capirci, senza l’emendamento M5S approvato a prima firma Ferraresi in commissione poneva uno sconto di pena a chi avesse propagandato le ideologie fasciste. E’ tutto vero e documentato: il Pd voleva una legge che faceva sconti ai fascisti. Grazie al M5S non sara’ possibile”. Cosi’ in una nota il gruppo parlamentare del Movimento 5 Stelle alla Camera. “La legge in questione- dice il relatore di minoranza Vittorio Ferraresi – e’ stata criticata da diversi giuristi. Parliamo di un pastrocchio non necessario, visto che esistono gia’ due leggi in vigore che puniscono l’apologia del FASCISMO che per noi e’ da condannare senza se e senza ma. Questa legge non serve al nostro Paese perche’ si andra’ a sovrapporre alla legge Scelba e alla legge Mancino, infatti i comportamenti previsti in essa come le manifestazioni di propaganda e il saluto romano, come ricorda la Corte di Cassazione, sono gia’ punibili e puniti”. Questa proposta “maldestra e’ scritta talmente male da non distinguere fra prodotti propagandistici e prodotti storico-artistici. Il paradosso e’ che potremmo vedere chiuso il Foro Italico o l’intero quartiere Eur”, ironizza Ferraresi.(SEGUE) (Com/Ran/Dire) 15:18 10-07-17 NNNN

******************************************************

FASCISMO. M5S: PD VOLEVA UNA LEGGE CHE FACEVA SCONTI AI FASCISTI -2-

“Mentre questo governo- prosegue Vittorio Ferraresi, deputato M5S e relatore di minoranza del provvedimento- regala i soldi alle banche e ignora i problemi dei cittadini, noi non cadiamo negli squallidi tentativi del Partito democratico di metterci addosso l’etichetta di fascisti. Cosi’ come non cadremo in quelli berlusconiani di definirci comunisti. Per noi questo provvedimento rischia seriamente di essere incostituzionale, la stessa Costituzione antifascista che il Pd e Fiano volevano stravolgere. L’antifascismo per noi e’ un valore, per loro un spot”. (Com/Ran/Dire) 15:18 10-07-17 NNNN

*********************************************************

Fascismo: Fratoianni(Si) a M5S e Lega, va contrastato duramente =

“Promemoria per M5S e per Matteo Salvini”. Lo scrive il segretario di Sinistra italiana, Nicola Fratoianni. “Agli esponenti del M5S ricordiamo che: 1) le Ong sono organizzazioni di volontari che salvano quotidianamente esseri umani che fuggono da guerre, torture, privazioni, carestie 2) i neofascisti sono razzisti, prevaricatori, le loro azioni, la loro propaganda e le loro provocazioni vanno contrastate duramente. Chi pensa che facciano folklore diventa loro complice. A Matteo Salvini ricordiamo che: 1) beh, e’ inutile, non capirebbe”.(AGI) Mao 101530 LUG 17 NNNN

***************************************************

Ddl antifascismo: Bersani a M5S, apologia e’ problema serio

“Il Movimento cinque stelle fara’ quel che ritiene, noi riteniamo che l’apologia del fascismo sia un problema serio”. Lo dice Pier Luigi Bersani (Mdp), interpellato a margine di un convegno di Nens sull’energia.(ANSA). MAT 10-LUG-17 15:34 NNNN

****************************************************

Rossi (Mdp): su legge Fiano ha ragione Renzi e torto M5s

“Il Movimento Cinque stelle è contrario alla legge Fiano contro l’apologia di fascismo e nazismo definendola liberticida. Stavolta ha ragione Renzi: ‘liberticida era il fascismo’”. Lo scrive su Facebook il presidente della Toscana, Enrico Rossi (Mdp). Xfi 20170710T154643Z

*****************************************************

STACCATA LA TESTA ALLA STATUA DI FALCONE A PALERMO GENTILONI, MISERI VIGLIACCHI’. APERTA UN’INCHIESTA

 E’ stata danneggiata la statua di Giovanni Falcone che si trova davanti alla scuola Falcone-Borsellino a Palermo. Alla statua e’ stata staccata la testa e un pezzo del busto usati poi come ariete contro il muro dell’istituto scolastico. Sulla vicenda e’ stata aperta una indagine. ‘Oltraggiare la memoria di Falcone e’ una misera esibizione di vigliaccheria’, scrive su Twitter il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni.

—.

CUCCHI, RINVIATI A GIUDIZIO I CINQUE CARABINIERI PER L’INCHIESTA BIS, PROCESSO AL VIA IL 13 OTTOBRE

 Il gup del Tribunale di Roma ha disposto il rinvio a giudizio dei carabinieri imputati nell’ambito dell’inchiesta bis sulla morte di Stefano Cucchi, il geometra romano deceduto nell’ottobre 2009 a Roma una settimana dopo il suo arresto per droga. Il processo comincera’ il prossimo 13 ottobre davanti alla III Corte d’Assise.

 —.

VIA I CARTELLI PRO-FASCISMO DAL LIDO PUNTA CANNA A CHIOGGIA ORDINANZA DEL PREFETTO. MA SALVINI, ‘IDEE NON SI PROCESSANO’

 Una ordinanza ‘per l’immediata rimozione di ogni riferimento al FASCISMO in cartelli, manifesti e scritte’ presenti nello stabilimento balneare Punta Canna a Chioggia e’ stata firmata dal prefetto di Venezia. Al gestore dello stabilimento Gianni Scarpa viene ordinato ‘di astenersi dall’ulteriore diffusione di messaggi contro la democrazia’. Polemiche intanto in Parlamento per la proposta di legge Fiano, in aula alla Camera, che introduce il reato di propaganda del regime fascista e nazifascista. Per i M5s e’ un provvedimento ‘liberticida’, Renzi replica: ‘Liberticida era il FASCISMO. Almeno la storia!’. ‘Le idee non si processano’, dice Salvini.

—.

PADOAN, FISCAL COMPACT? TEMA PER LA PROSSIMA LEGISLATURA PROPOSTA DI RENZI. CALENDA, UN RISCHIO. NO COMMENT DELL’UE

 ‘Buttiamo giu’ il debito ma torniamo a Maastricht e a un deficit del 3%. Rottamiamo il Fiscal Compact e tiriamo giu’ le tasse a famiglie con figli, ad artigiani e piccoli imprenditori, e a chi non ce la fa’. Matteo Renzi prepara la battaglia del voto presentando la sua proposta di rottamazione del fiscal compact. ‘Un tema per la prossima legislatura’, taglia corto il ministro Padoan. Calenda avverte: ‘Aumentare il deficit e’ un rischio da prendere solo se si spinge su investimenti, privatizzazioni e riforme. L’Ue non commenta affermazioni ‘di persone fuori’ dal governo.

 —.

BERLUSCONI, SPERO NESSUNO SCAMBIO MIGRANTI-FLESSIBILITA’ SALA, ‘LE POSIZIONI DI RENZI? SPIEGHI IL CAMBIO DI ROTTA’

‘E’ stato un accordo firmato da Renzi e da Alfano a consentire che tutti i migranti soccorsi in mare vengano sbarcati in Italia. Non voglio neppure prendere in considerazione l’ipotesi che questo atteggiamento arrendevole nei confronti dell’Europa sia stato il prezzo per una maggiore flessibilita’ sui conti che permettesse manovre elettorali ingannevoli’. Lo afferma Silvio Berlusconi. Scettico il sindaco di Milano Sala sulle posizioni di Renzi: ‘Quando tanta gente lavora pensando che l’accoglienza sia un dovere, prima di cambiare rotta bisogna coinvolgerla’.

 —.

IL PARLAMENTO INGLESE EVACUATO PER UN ALLARME INCENDIO NELLA NOTTE ROGO A CAMDEN MARKET. LA CALIFORNIA IN FIAMME

 Il Parlamento di Westminster, a Londra, e’ stato evacuato per alcuni minuti a causa di un allarme incendio. Secondo i media gli allarmi sono scattati alle 10.30 e su Twitter si vedevano immagini dei deputati usciti dal perimetro del Parlamento. L’allarme e’ rientrato poco dopo e i pompieri hanno fatto sapere di non essere stati chiamati. Nella notte Londra aveva vissuto ore di paura a causa di un altro incendio, divampato nella zona nord della capitale, a Camden Market. Nessuna persona e’ rimasta ferita. Roghi anche negli Stati Uniti dove in California oltre 8.000 persone sono state costrette ad evacuare le loro case.

 —.

LAVORO, IN DIECI ANNI 518MILA CASALINGHE IN MENO FRA LE PIU’ GIOVANI UNA SU CINQUE E’ IN POVERTA’ ASSOLUTA

 Nel 2016 l’Italia contava 7.338.000 donne che si dichiaravano casalinghe, 518mila in meno rispetto a 10 anni fa. La loro eta’ media e’ 60 anni. Lo comunica l’Istat nel report ‘Le casalinghe in Italia’. Le anziane di 65 anni e piu’ superano i 3 milioni e rappresentano il 40,9% del totale, quelle piu’ giovani (fino a 34 anni) sono meno di una su dieci, l’8,5%. Le casalinghe vivono prevalentemente nel Centro-Sud (63,8%) e lavorano quasi 49 ore a settimana, in media 2.539 ore l’anno, senza considerare ferie, piu’ di molti lavoratori al di fuori delle mura domestiche. Poco piu’ della meta’ non ha mai lavorato al di fuori delle mura domestiche e fra le piu’ giovani una su 5 e’ in poverta’ assoluta.

 —.

 UCCISA A BOTTE IN UNA LITE, ‘NON AVEVA LAVATO I PIATTI’ CONFESSA IL COMPAGNO DELLA DONNA, DUE ANNI DI VIOLENZE

 ‘Tua figlia merita tutto questo perche’ non aveva lavato i piatti cosi’ come le avevo detto’. Avrebbe risposto cosi’ alla mamma della vittima il 44enne rumeno Sima Marian, attualmente in carcere a Bari in stato di fermo per l’omicidio volontario della compagna, la 30enne polacca Anita Betata Rzepecka. Lo ha riferito la donna ai carabinieri spiegando anche che le violenze andavano avanti da due anni ma che la giovane non denunciava il compagno per paura. (ANSA). RED/PNZ 10-LUG-17 15:50 NNNN

Annunci