Deturpare Villa Valguarnera, folle progetto visionario o triste realtà ?

20imp valguarnera STAMPA-22Internet è una fonte inesauribile, ti capita di imbatterti in innumerevoli stranezze, inizi una ricerca e …

Non potevo credere ai miei occhi quando mi sono imbattuto in un progetto forse visionario, sicuramente folle !

Villa Valguarnera è un complesso monumentale di interesse storico, architettonico e artistico situato a Bagheria, in provincia di Palermo.

Costruita nel 1712 su progetto di Tommaso Maria Napoli e modificata nel 1780 da Giovan Battista Cascione Vaccarini autore dei nuovi prospetti e della sala ovale al piano nobile, Villa Valguarnera è uno dei complessi monumentali più importanti di Bagheria, ogni angolo emana storia e cultura, varchi l’imponente cancello d’ingresso ed è come rivivere nel passato, un passato fatto di bellezza di eleganza, emozioni uniche.

La vista a 180° sul golfo ti lascia senza fiato, se entri a Villa Valguarnera senti dentro te una sensazione strana, quella che ti impone riverenza per qualcosa di unico.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Eppure c’è chi all’insegna della modernità e dell’arte architettonica (?), immagina progetti da fantascienza, cemento e business le parole d’ordine.

Mi chiedo come è possibile che Architetti contemporanei abbiano certe visioni, forse non sono mai stati dentro quei luoghi sacri pregni di storia e cultura? Forse le università non trasmettono più il senso della bellezza? O più semplicemente il dio denaro rende cinico e cieco chiunque ?

Girano voci strane a Bagheria, voci che parlano dell’inserimento di questo progetto all’interno del PPOO2014 (Piano triennale delle Opere Pubbliche), mi auguro vivamente che si tratti di sole voci e che qualsiasi Amministrazione, presente e futura, si opponga fortemente a tale scempio.

Questa la giustificazione a tale progetto : ” Bagheria è la città delle ville senza neanche un parco pubblico degno di questo nome. La proposta di progetto riconfigura il vecchio giardino di Villa Valguarnera, la cui proprietà è privata, per trasformarlo in un parco per la comunità cittadina. Il parco continuerà rimanere di proprietà privata, garantendo ai privati che realizzeranno l’intervento introiti attraverso attività parallele che non inficeranno la specifica di parco urbano.”

E questo il rendering pubblicato sul sito in cui mi sono imbattuto :

Questo slideshow richiede JavaScript.

Valutate voi …

Annunci

6 thoughts on “Deturpare Villa Valguarnera, folle progetto visionario o triste realtà ?

  1. E bastato poco per avere le risposte esaustive che mi aspettavo, oggi ho scoperto che a Bagheria c’è tanta gente per bene, seria e con dei forti valori morali.

    Il progetto in questione è solo uno studio teorico fatta da giovani architetti, che non ha nessuna veridicità e che non verrà mai realizzato, almeno non come lo immaginavano quei tecnici, parola dei proprietari attuali dell’area.

    A volte basta davvero poco per sapere quante potenzialità offre Bagheria .
    C’è chi ha come obiettivo quello di rendere fruibile alla collettività un area di 85.000 mq, manca solo la volontà e purtroppo le risorse che un’amministrazione competente e lungimirante con idee sane potrebbe ricercare.

    Iniziare un percorso che porti alla realizzazione di un parco ecosostenibile, magari con l’aiuto di tecniche come la Permacultura, che punti a mantenere intatto il contesto, offrendo allo stesso tempo un polmone verde curato ai cittadini potrebbe essere una strada, oppure si potrebbe puntare alla realizzazione di cooperative agricole, che coltivino quei terreni puntando alla vendita a Km 0 .

    La proprietà sembrerebbe disponibile a qualsiasi soluzione che porti benefici per tutti, compresa Villa Valguarnera, che anche secondo loro meriterebbe maggiore attenzione dalle istituzioni.

    Bagheria non è fatta solo da persone che mirano esclusivamente all’interesse personale e questo mi da una speranza per il futuro !

    • rispondo solo ora perché lo ritengo giusto.
      in un primo tempo avevo scelto di lasciare correre, ma urge dare una risposta da progettista.
      mi dispiace che tale vicenda sia sta animata da ignoranza. ignoranza intesa a definire la condizione di chi ha scritto l’articolo che evidentemente ignorava l’essenza di quel progetto.
      innanzi tutto, nel bene o nel male, va sempre indicata la fonte da cui si attingono le notizie: il sito http://www.3813.it, sito dello studio associato di cui sono fondatore insieme ad altri 3 architetti. inoltre sul sito è evidente la paternità del progetto ed è altrettanto messo in evidenza il modulo per i contatti. sarei stato molto felice (ma lo sarò comunque anche dopo tutta questa vicenda) se chi ha redatto questo articolo, per come si conviene in una denuncia del genere, mi avesse contattato prima per poter discuterne e, sicuramente, gli avrei dato tutti i chiarimenti del caso.
      rimango a disposizione di chiunque voglia approfondire i temi, le questioni architettoniche e di impatto socio/economico di questo progetto.
      considero il dibattito che ne potrà scaturire come un piccolo risultato di questa attività progettuale, ma potrà divenire anche un punto di partenza per un dibattito sul progetto urbano per la città di bagheria.
      luigi pintacuda
      senior partner studio associato 3813
      http://www.3813.it

      • il mio punto di vista non cambia … Si poteva pensare qualcosa di più idoneo al contesto … Resta il fatto che questo progetto non si farà mai e ne sono felice 😉

  2. Incredibile il degrado culturale di quei “professionisti” che progettano simili turpitudini!
    Penso che chi ha un minimo di senso della bellezza e dell’armonia non può accettare simili stravolgimenti. Come possiamo avere perso il rispetto per le nostre opere d’arte che ogni giorno vengono offese? Come si fa a non capire che lo sviluppo economico in Italia si può ottenere anche preservando i monumenti per cui i visitatori arrivano da tutto il mondo?

  3. Credo che occorra, oltre al commento che è quasi scontato, l’impegno di tutti perché ciò non avvenga. Per parte mia metto a disposizione il mio tempo e il mio Studio per quanto si riterrà opportuno io possa fare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.