Deturpare Villa Valguarnera, folle progetto visionario o triste realtà ?

20imp valguarnera STAMPA-22Internet è una fonte inesauribile, ti capita di imbatterti in innumerevoli stranezze, inizi una ricerca e …

Non potevo credere ai miei occhi quando mi sono imbattuto in un progetto forse visionario, sicuramente folle !

Villa Valguarnera è un complesso monumentale di interesse storico, architettonico e artistico situato a Bagheria, in provincia di Palermo.

Costruita nel 1712 su progetto di Tommaso Maria Napoli e modificata nel 1780 da Giovan Battista Cascione Vaccarini autore dei nuovi prospetti e della sala ovale al piano nobile, Villa Valguarnera è uno dei complessi monumentali più importanti di Bagheria, ogni angolo emana storia e cultura, varchi l’imponente cancello d’ingresso ed è come rivivere nel passato, un passato fatto di bellezza di eleganza, emozioni uniche.

La vista a 180° sul golfo ti lascia senza fiato, se entri a Villa Valguarnera senti dentro te una sensazione strana, quella che ti impone riverenza per qualcosa di unico.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Eppure c’è chi all’insegna della modernità e dell’arte architettonica (?), immagina progetti da fantascienza, cemento e business le parole d’ordine.

Continua a leggere

Annunci

I Comuni a caccia delle false prime case: chi rischia di pagare gli arretrati di imu e ici

wantedUno degli effetti collaterali dell’abolizione del’ici prima casa, voluta dal governo berlusconi nel 2007, fu l’improvvisa proliferazione di prime abitazioni a scapito delle seconde. le forme più comuni per non pagare nulla erano due: il comodato d’uso gratuito a parenti di primo grado o le due residenze diverse per i coniugi, magari con falsa separazione tanto per non correre rischi. l’imu ha certamente equilibrato le cose, ma adesso i comuni sono a caccia di chi non ha versato l’ici dal 2008 al 2011 e la corte di cassazione li autorizza a farlo

la scarsità di risorse ha spinto infatti gli amministratori locali a mettersi a caccia delle presunte prime abitazioni che di fatto sono invece seconde case chiedendo la restituzione, con sanzioni e interessi, di tutte le agevolazioni non dovute, questo il caso esemplare, che a molti italiani risulterà familiare: Continua a leggere

M5S Senato : Presentato da Francesco Campanella un DDL per il recupero di Immobili fatiscenti ed in stato di abbandono

20130618-180448.jpg“Ricostruzione, demolizione e recupero di immobili ad uso civile e aree dismesse” , è questo uno dei punti cardine della Carta di Firenze e quindi del M5S.

Il territorio italiano è stupendo, stupendi sono i suoi centri storici, ricchi di storia e di cultura, i migliori d’Europa e forse del mondo intero, eppure è innegabile come in molti centri, sopratutto del Sud Italia, il degrado è forte.

Girando per le strade delle nostre città è facile imbattersi in una miriade di fabbricati fatiscenti in stato di abbandono, che a volte si trasformano in discariche, residenze di ratti ed insetti di ogni specie o vere e proprie trappole che mettono giornalmente a rischio l’incolumità pubblica. Continua a leggere

Zone Franche Urbane: in Sardegna prove tecniche per la sua applicazione

20130615-135807.jpg

Dopo aver detto addio all’Iva, la Regione ha tagliato anche l’Irap. In attesa che la Sardegna diventi a tutti gli effetti territorio “tax free”, la Regione ha tagliato anche l’Imposta regionale sulle attività produttive del 70%.
Con una delibera la Giunta Cappellacci ha fatto un altro passo “rivoluzionario” per sollevare l’economia del territorio. Il prossimo 24 giugno 2013 la Regione Autonoma della Sardegna sarebbe dovuta diventare a tutti gli effetti zona franca, ovvero, la prima regione d’Italia con lo stesso regime fiscale di Livigno. Continua a leggere

Ddl Semplificazioni: Il testo con novità su Durc, offerte anomale, accordo bonario, responsabilità solidale e garanzia globale

20130614-201920.jpg

14/06/2013 – Il Consiglio dei Ministri ha diffuso il testo della bozza del Ddl Semplificazioni 2013 che dovrebbe essere approvato entro la fine del mese di Giugno.
Il provvedimento interviene, tra l’altro, con semplificazioni per i cittadini, con semplificazione di adempimenti formali in materia di sicurezza sul lavoro, con misure in materia di lavoro e previdenza, con misure in materia di beni culturali, con misure in materia di infrastrutture, edilizia e appalti, con misure in materia di privacy, con misure in materia di ambiente. Continua a leggere

Cosa succede quando un Comune dichiara il dissesto ?

20130606-063030.jpg

Il dissesto finanziario di un comune è una procedura che coinvolge sia la politica che il mondo economico-finanziario.

Il dissesto è una cosa ben diversa dal fallimento di un’impresa privata in quanto non si può determinare l’estinzione del Comune proprio perché gli enti locali non possono cessare di esistere come una semplice impresa privata, ma bisogna garantire la continuità amministrativa. Continua a leggere