Come sospendere la rata del mutuo: scarica la domanda (video)

è di nuovo attivo dal 29 aprile 2013 il fondo di solidarietà mutui del ministero dell’economia per le famiglie in difficoltà. in questo video vediamo riuniti tutti i requisiti necessari per aderire. scarica la domanda da presentare alla tua banca, insieme al documento di identità e all’attestazione di indicatore di situazione economica equivalente (isee) se non hai l’indicatore isee puoi rivolgerti ai caf nazionali indicati sul sito dell’agenzia delle entrate.

il richiedente dovrà presentare inoltre la seguente documentazione:
1.    in caso di cessazione del rapporto di lavoro subordinato, con attualità dello stato di disoccupazione
– in caso di rapporto a tempo indeterminato, lettera di licenziamento ossia documentazione attestante le dimissioni da lavoro per giusta causa (si veda punto 3)
– in caso di rapporto a tempo determinato, copia del contratto nonché eventuali comunicazioni interruttive del rapporto (nel caso di dimissioni per giusta causa si veda il punto 3)
2.    in caso di cessazione del rapporto di lavoro di cui all’art. 409 numero 3 del c.p.c., con attualità dello stato di disoccupazione:
– copia del contratto nonché eventuali comunicazioni interruttive del rapporto (in caso di recesso per giusta causa si veda il punto 3)
3.    in tutti i casi di dimissioni per giusta causa:
– sentenza giudiziale o atto transattivo bilaterale, da cui si evinca l’accertamento della sussistenza della giusta causa che ha comportato le dimissioni del lavoratore;
– lettera di dimissioni per giusta causa con il riconoscimento espresso da parte del datore di lavoro della giusta causa che ha comportato le dimissioni del lavoratore ovvero lettera di dimissioni unitamente all’atto introduttivo del giudizio per il riconoscimento della giusta causa.
4.    in caso di insorgenza di condizioni di non autosufficienza o handicap grave dell’intestatario di uno dei cointestatari del contratto dei mutuo:
– certificato rilasciato dall’apposita commissione istituita presso l’asl competente per territorio che qualifichi il mutuatario quale portatore di handicap grave (art. 3, comma 3, legge 104/1992) ossia invalido civile (da 80% a 100%)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...