Alunno malato di scabbia: è allarme nella scuola elementare di Bagheria

BagneraBAGHERIA – La scabbia mette prurito, soltanto a sentirne pronunciare la parola. E crea qualche apprensione, nei genitori, quando si manifesta nella scuola dei figli. Sta accadendo a Bagheria, dove è stato segnalato un caso, nelle elementari Bagnera. E’ stato recapitato oggi per mano degli stessi bambini, la circolare, con la quale informava i genitori che era stato individuato un caso di scabbia, in un alunno “che comunque non frequenta più la scuola” (vedi foto circolare in fondo). In una ricerca su internet è spiegato chiaramente che cosa è la scabbia, come si manifesta, come si trasmette, che cosa bisogna fare per evitare il contagio e quale profilassi adottare, quali sono i comportamenti corretti. Come si può immaginare, non tutte le famiglie però sono a conoscenza di questo tipo di patologia ed una comunicazione fatta in questo modo ha messo in allerta non pochi genitori.

In questa ricerca si precisa che non è opportuna la disinfezione ambientale, nei locali della scuola: l’acaro vive a contatto del corpo, non nell’ambiente. Non è neppure necessario trattare gli indumenti dei compagni del bambino affetto. È utile, invece, osservare le consuete norme di igiene personale: il caro, vecchio, sano pezzo di sapone è già una prevenzione efficace. La scabbia è diffusa in tutto il mondo ed è in costante aumento, anche in Europa. È causata da un parassita, un acaro, il sarcaptese scabiei hominis, che crea piccoli cunicoli sotto la pelle. Si può trasmettere per contatto diretto, fra le persone, oppure indiretto. Si manifesta con un evidente e fastidioso prurito. La cura è spesso molto semplice, con una pomata specifica.

Da padre e per evitare inutili allarmismi, consiglierei all’amministrazione comunale, di concerto con i medici dell’Asl e la direzione dell’istituto, di attivarsi comunque per organizzare un incontro con i genitori per rassicurarli e spiegare quali sono le semplici precauzioni da osservare in questi casi, successivamente effettuare degli interventi straordinari di disinfezione ambientale, non solo per il caso in oggetto ma anche perchè non sono certamente accettabili le condizioni in cui verte il complesso scolastico, dove fra servizi igienici carenti ed umidità nelle pareti, i nostri bambini rischiano giornalmente contagi di infezioni più o meno gravi.

N.B. Tengo a precisare che le critiche mosse sul presente articolo non sono rivolte al dirigente scolastico, che ha operato in maniera corretta nei confronti degli alunni e dei genitori, comunicando tempestivamente l’accaduto.
È ammirabile il lavoro svolto da chi con pochi mezzi e risorse a disposizione, giornalmente cerca di dare un servizio dignitoso all’utenza, per questo motivo sarebbe opportuno che, chi ne ha la facoltà, dirottasse maggiori attenzioni e risorse verso la scuola pubblica.

scabbia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...