Manipolazione di massa (il patto segreto)

20130409-091225.jpg

In un editoriale del 22 Novembre 2007, il direttore de ‘La Repubblica’, Ezio Mauro, svela un accordo segreto tra la RAI e la TV commerciale per omologare i contenuti televisivi.

Ecco alcuni passaggi dell’editoriale, dove volutamente sono stati omessi riferimenti a partiti e esponenti politici. I contenuti dell’editoriale completo, con nomi e cognomi, sono disponibili online, basta cercare per “Struttura delta Ezio Mauro”.

“UNA versione italiana e vergognosa del “Grande Fratello” è dunque calata in questi anni sul sistema televisivo”.

“L’inchiesta di Repubblica ha svelato fin dove può arrivare il conflitto d’interessi, che questo giornale denuncia da anni come anomalia italiana, capace di corrompere la qualità della nostra democrazia. ”

“Ci sono le prove documentali di questa operazione sotterranea, che ha agito per anni alle spalle dei Consigli di amministrazione, della Commissione di vigilanza, dei moniti del Quirinale sul pluralismo dell’informazione”.

“Il tutto in forma occulta, con la creazione di una vera e propria rete segreta…”.

“La realtà è che in questo Paese ha operato e probabilmente sta operando da anni una vera e propria intelligence privata dell’informazione che non ha uguali in Occidente…”.

“Potremmo chiamarla, da Conrad, “struttura delta”. Un’interposizione arbitraria e sofisticatissima, onnipotente perché occulta come la P2, capace di realizzare un’azione di ‘spin’ su scala spettacolare, offuscando le notizie sgradite, enfatizzando quelle favorevoli,…”

Si consiglia vivamente al lettore di documentarsi su questo editoriale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.